5 giugno 2017

Weekly Recap #160

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma. Sostituisce In My Mailbox.

Buongiorno lettori, ero indecisa se postare una recensione o il recap, poi vedendo che l'ultimo risaliva al 18 maggio ho optato per fare due chiacchiere tra amici :)

New Entry 


L'Arte di Essere Normale di Lisa Williamson è il romanzo che ho attualmente in lettura e lo sto trovando adorabile. Mi fa tenerezza, mi fa sorridere, mi commuove. Lascio qui sotto le prime righe del romanzo che da sole valgono più di qualsiasi trama e forse anche di qualsiasi recensione. 
Un pomeriggio quando avevo otto anni, tutti i bambini della mia classe hanno dovuto scrivere cosa volevano fare da grandi. Dopo la signorina Box girava per l'aula facendoci alzare uno alla volta per leggere agli altri quello che avevamo scritto.
Zachary Olsen voleva giocare in Premier League. Lexy Taylor voleva fare l'attrice. Harry Beaumon aveva in mente di diventare primo ministro. Simon Allen voleva essere Harry Potter, al punto che il trimestre prima si er fatto una saetta sulla fronte con un paio di forbici.
Io non volevo essere nessuna di quelle cose. Ecco ciò che ho scritto:

Io voglio essere una femmina.
L'altro libro che si intravede è Prima Che Te Ne Vai di Carrie Firestone, un romanzo che promette lacrime e risate, un binomio assolutamente devastante per me, soprattutto perché si parla di nonni. Maddie infatti deve dire addio alla nonna che ha deciso di intraprendere un fantastico viaggio prima che sia troppo tardi, ma da questo viaggio lei non tornerà; un'occasione per riunire la famiglia, per stare tutti insieme, per appianare i dissapore e riscoprire la gioia di vivere fino all'ultimo respiro.


Wrap Up di Maggio



Eccole qua, le mie letture di maggio! Anzi, non ci sono proprio tutte, perché il secondo libro della saga Forever l'ho letto in digitale (qui la recensione), ma poi sono andata di cartacei come sempre.
Tutto quello recensito lo trovate qui.
A breve arriverà la recensione de Le Rose di Shell che in realtà ho già scritto ma non mi piace, ci tengo molto a consigliarvi questo libro e vorrei farlo nel migliore dei modi, però quando una ciambella non nasce col buco più la rimpasti e più fa schifo, quindi probabilmente vi toccherà sorbirvi il delirio di una lettrice sconclusionata. Abbiate pietà.

Il Ladro di Cadaveri di Stevenson invece non credo che lo recensirò, fa parte del mio progetto "Cinque Buoni Propositi per il 2017" ma io e i racconti ancora non leghiamo. Resto sempre insoddisfatta, percepisco un senso di incompletezza che mi causa frustrazione, ma non mollo. Devo solo trovare l'autore giusto. E lo troverò! 

 

Cosa mi sono vista


Poche parole su questa nullità di film. Che io non ami Bridget Jones non è un segreto, ma come avevo scritto nel post Libro Vs Film se il romanzo mi aveva fatto schifo, il film l'avevo trovato vedibile, un po' come il secondo, quindi perché non vedersi il terzo dato che lo davano su Canale 5?
Chi è fan della serie avrà sicuramente apprezzato Bridget Jones's Baby io ovviamente no. Insomma l'ho guardato... ma niente e nessuno mi convincerà mai che questa è la storia di una sfigata: Bridget Jones ha un culo pazzesco, possibile che lo veda solo io?
Detto questo:
- Renée Zellweger è più magra, più vecchia e più asimmetrica del solito. Troppo botulino mal siringato che si è riassorbito ad cazzum. E niente. Mi stava sulle balle da ragazza e mi sta sulle balle anche in versione donna saggia (??) e matura (???).
- Patrick Dempsey è solo bello, ma è un fantoccio. Qualcuno mi spieghi cosa - uno così - può trovare in Bridget? Probabilmente lui è il tipo di uomo a cui va bene tutto "purché respiri", quindi che le dia una botta ci sta pure, ma che accetti la gravidanza di lei, che sia geloso di Darcy e che sembri pure innamorato di Bridget... NOOOOOO!!!! Non ci sta per un cavolo!
- Colin Firth è invecchiato da schifo. Non aggiungo altro. Questa cosa mi rende tristissima, il suo personaggio è tristissimo, la sua faccia è tristissima... e niente, meglio che la finisca qui e non dica più niente. (ma che tristezza però...) :(
Insomma una commediola come tante, con una Emma Thompson (nei panni della ginecologa di Bridget) in cui mi sono rivista molto. Ogni sua battuta era la mia. E sì, forse lei vede Bridget un po' coi miei occhi e questa cosa mi ha vagamente appagata. :)

Alla prossima 8)

6 commenti:

Angela ha detto...

Condivido il tuo parere sul film di bridger, anche se io faccio parte di coloro che la trovano simpatica, forse proprio perché surreale (È una sfigata fortunata, visto che viene sempre contesa da un paio di uomini) :-D

Aggiungo inoltre che non molto tempo fa lessi il romanzo, e onestamente ho preferito la trama di questo al film... anche se alla fine l'autrice ha combinato un pastrocchio con morti e gravidanze... 🙄

Silvia Leggiamo ha detto...

@Angela
Mi sono fermata al primo libro, ma i chick list giusto in tv li apprezzo, su carta molto poco e molto raramente mi sono resa conto.
Per quanto riguarda il film c'è da dire che la "povera" Renée Zellweger non la apprezzo proprio come attrice, c'è una sorta di antipatia a pelle, e questo probabilmente influenza il mio gradimento finale. :/

Emy ha detto...

Attendo con curiosità i tuoi deliri su Le Rose di Shell ^_^
Ho visto anch'io Bridget Jones's Baby e...che delusione! Concordo su tutto quello che hai detto e condivido il tuo lutto per la perdita del carismatico fascino di Colin Firth. Lui, l'incarnazione per eccelenza di Mr. Darcy...non riesco a farmene una ragione (T_T).

Silvia Leggiamo ha detto...

Infatti!!! Lui era il vero Mr Darcy e adesso? Nel film ci sono anche le scene in cui si ripercorre l'amore con Bridget e vederlo con il maglione da renna, bello, enigmatico, silenzioso... è stato un colpo al cuore che ha solo accentuato quanto il tempo sia stato impietoso. Il suo personaggio a 60 non ha più fascino 😭😭😭

Silvia Leggiamo ha detto...

1 minuto di silenzio per il decadimento cellulare di Colin... u.u

Emy ha detto...

Ci toccherà evitare tutti i film recenti e futuri di Colin (◠﹏◠)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...