13 aprile 2016

Weekly Recap #142

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma. Sostituisce In My Mailbox.

Io continuo a chiamare questa rubrica "weekly recap" ma di settimanale c'è ben poco, l'avrete capito ormai. Non voglio però cambiarci il nome 1) per pigrizia 2) perché confido in tempi migliori, quando diventerò più precisa di un orologio svizzero. #lasperanzaèlultimaamorire
Ma basta cianciare e veniamo a noi 8)

New Entry


Sono troppo troppo troppo brava!
Una sola new entry che tra l'altro ho già in lettura. Non voglio ripetere le solite banalità scritte e riscritte in mille post del tipo "adesso è il momento di smaltire la mia to be read" o "è ora che la pianti di accumulare libri", perché tanto a chi vogliamo darla a bere? Non che non creda nei miei buoni propositi, è che poi vanno a farsi friggere senza che me ne renda conto.
La colpa è solo loro... delle case editrici. Non solo quelle già note sfornano titoli a cui non sempre so resistere, ma capita che ne arrivino anche di nuove... e tu, lettrice, vuoi non scoprirle?
Amazon Publishing è attiva dal 2009, ma sbarca in Italia come Amazon Crossing a fine 2015 con titoli disponibili sia in ebook che in formato cartaceo, ma acquistabili esclusivamente online. Amazon esclude le librerie fisiche dalla distribuzione dei suoi libri, ma poco male, ormai è un tale colosso dell'e-commerce che le vendite non preoccupano. Tra l'altro le edizioni rappresentano il perfetto connubio qualità/prezzo. Romanzi che spaziano dal romance al thriller in un comodo formato brossurato con copertine curate in ogni dettaglio e prezzo decisamente competitivo: 9,99 euro.
Ho già recensito con entusiasmo il delizioso Guida Agli Appuntamenti Per Imbranate di Tracy Brogan e Lei Che Ama Solo Me di Mark Edwards mi sta piacendo parecchio, è il tipo di thriller malato in cui la psicologia deviata dei personaggi ti porta a leggere in modo compulsivo, perché devi arrivare il prima possibile all'apice della follia. Non ha una forte componente gialla in quanto c'è ben poco di inimmaginabile da scoprire, ma Charlie vi farà gelare il sangue nelle vene. Promesso.


Ops, non è vero, tra le new entry c'era anche Nimona di Noelle Stevenson, ma in realtà questo non fa testo, perché l'ho regalato al mio Pargolo per il suo compleanno. Per dirla tutta era un titolo che ci era sfuggito, ma il 22 Aprile l'autrice sarà a Bologna per un firmacopie e noi di certo non ce la faremo scappare.
L'ho già sfogliato e posso dire solo una cosa. Questo libro è matto da legare!

Letture Fumettose

 
 

Prima c'erano I Romanzi della Bonelli, una collana che mi piaceva tantissimo e che mi aveva fatto scoprire il bellissimo Stria (qui la recensione), adesso ci sono le miniserie, ma come si dice... se non è zuppa è pan bagnato. Invece di un bel tomo di 300 pagine trovate in edicola più albi che andranno a formare una storia destinata a concludersi in poche uscite. Io - per la cronaca - aspetto sempre che la serie sia terminata per potermela godere nella sua interezza.
Hellnoir di Pasquale Ruju è stata davvero una bellissima scoperta. Immaginate che esista un mondo in cui vanno le persone assassinate, una specie di limbo in cui si può morire una seconda volta, anzi, è molto facile che accada, perché come in ogni società che si rispetti il divario tra ricchi e poveri è abissale. A Hellnoir tra vittime e carnefici si muove il detective Melvin Sou, una sorta di Dick Tracy con tanto di impermeabile e cappello, un uomo tutto d'un pezzo che veglia sulla figlia (poliziotta sulla Terra) attraverso un legame molto speciale che li unisce e che riesce ad abbattere il confine che separa la vita dalla morte. Confine che si rivelerà ancora più labile di quello che sembra, perché alcuni omicidi su cui indaga la figlia di Melvin si scopriranno avere le radici proprio a Hellnoir...
Una lettura piacevolissima e carica di atmosfera, un po' veloce il finale, ma a Ruju si perdona questo e altro.

Cosa mi sono vista

Mi sono vista una marea di roba... così tanta che non la andrò nemmeno a elencare tutta, ma partiamo dall'intrattenimento puro:

  

Simpatico e irriverente il caro Deadpool, anche se forse è il classico film per un pubblico decisamente giovane (il fumetto è più cattivo e irriverente). Personalmente l'ho seguito volentieri, ma non so se lo riguarderei una seconda volta. Forse no... anzi sì, ma solo per le chiappe di Ryan Reynolds!

Maleficent l'ho puntato dal primo teaser, solo che non nutro alcuna simpatia per Angelina Jolie ed è per questo che ne ho sempre rimandato la visione.
Poi mi sono decisa e devo dire che l'ho trovato delizioso. Lo so, la morale è vecchia come Noè, ma trovo geniale questo cambio di prospettiva... sarà che le eroine Disney mi hanno stufato, sarà che pure la Cenerentola dell'ultimo film sembrava una totale cretina, ma a me questa versione della Bella Addormentata rivisitata dal punto di vista di Malefica è piaciuta. E mica poco.

Se avete sempre pensato che Victor Frankenstein fosse un pazzo squilibrato qui ne avrete la conferma. Bravo, anzi bravissimo James McAvoy che con la sua folle logorrea mi ha rincoglionita per buona parte del film. E coraggioso anche il caro Daniel Radcliffe (che così brutto non è mai stato) le cui scelte lavorative sono sempre mirate e coraggiose. Un Victor e un Igor insoliti. Un primo tempo ben fatto e intrigante, peccato che i toni si smorzino nella seconda parte, ma non è comunque il flop che aveva annunciato l'America, in fondo, non aveva mica promesso di sfornare il capolavoro del secolo. O no?

  

E con La Fine del Mondo la trilogia del cornetto giunge al capolinea. Che dire? A-DO-RO!
Adoro Simon Pegg e Nick Frost, adoro la sceneggiatura e la regia, adoro la profondità della trama nascosta dietro alla demenzialità della storia. Insomma A-DO-RO. 
Il mio film preferito resta Hot Fuzz, ma questo si piazza al secondo posto della mia personalissima classifica. Un mix di comicità, fantascienza e avventura che non si era mai visto.

Risate - grasse risate - con Come Ti Spaccio la Famiglia, un film a cui la critica ha spezzato subito le gambe ma che il pubblico ha premiato. E si sa: il pubblico ha sempre ragione! 
Mettete insieme un trafficante (sfigato), una spogliarellista (bona), una sbandata (adolescente) e un imbranato (cronico), riempite il loro camper di marijuana e fategli fare un bel viaggetto dal Messico agli Stati Uniti.
Il film perfetto da gustarsi in compagnia  mentre bevande di ogni tipo scorrono a fiumi e pop corn piovono dal cielo come se non ci fosse un domani. Che goduria!

Con Come Ammazzare il Capo 2 ho raggiunto la catarsi. Pur non amando troppo questo genere di film, se scatta la scintilla è fatta. Poi io sono praticamente cresciuta con Jason Bateman, per me non è un attore, ma un vecchio compagno di giochi. Quanti pomeriggi passati a montare Lego, disegnare storie idiote e pettinare Barbie (?) mentre in TV davano La Casa Nella Prateria e Il mio amico Ricky...
Ma tornando a noi questo film è un degno seguito del primo. Divertente, esagerato, sopra le righe, fuori dal foglio... fuori e basta! Questa volta avrete a che fare con riscatti, rapimenti, vendette e vecchie glorie che daranno il meglio di sé, come Fottimadre Jones e Julia, la dentista ninfomane.
Non è da vedere coi bambini, in America è stato addirittura vietato ai minori di 18 anni, ma se siete grandi e vaccinati non perdetevelo ;)

A questo punto dovrei passare ai film "seri", tipo la maratona Di Caprio... ma mi bruciano i polpastrelli, quindi sarà per la prossima volta!
Buona serata ^_^

7 commenti:

Sophie ha detto...

"La fine del mondo" è... semplicemente la fine del mondo! Uno dei film più divertenti del decennio! :D

Silvia Leggiamo ha detto...

@Sophie, assolutamente sì! Follia allo stato puro!

Krissi e Rudi ha detto...

Oddio, in questi mesi mi sono persa così tante cose. O.o
Vado subito a sfogliare il catalogo di tutti i libri pubblicati da Amazon! *^*
In questi giorni poi vado a vedere il pazzo squilibrato XD

Silvia Leggiamo ha detto...

Non è mai tardi per recuperare!!!

Ophelie ha detto...

"Lei che ama solo me" mi è piaciuto molto ^^

Silvia Leggiamo ha detto...

Ciao @Ophelie, "Lei Che Ama SOlo Me" mi sta piacendo parecchio!

daydream ha detto...

Ahahahah ma quanto hai ragione XD a chi vogliamo darla a bere quando diciamo che dobbiamo smettere di acculumare?! Y-Y però non so a te, ma a me lo spazio a casa è finito davvero :c
Deadpool non sono andata a vederlo perché non mi ispirava per nulla >.< troppo "ignorante" (passatemi il termine v.v)
Maleficent anche io l'ho apprezzato abbastanza :3
Victor Frankenstein mi incuriosisce un sacco invece *_* James è tutta colpa tua <3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...