13 marzo 2013

Recensione, UNO SPLENDIDO DISASTRO di Jamie McGuire

Eccomi qui a parlare del libro più discusso del momento. Forse vi deluderò un po' (o forse no), perchè la mia non sarà nè una recensione esaltante, nè demolitrice. In breve questo libro non è niente di che, posso capire perchè piace, non capisco chi lo odia, però io sto nel mezzo. E' un libro che intrattiene, ma non ti regala quelle emozioni che io cerco nelle storie d'amore. La colpa? Dell'autrice. Anzi, del suo stile decisamente povero.

B e a u t i f u l  D i s a s t e r

Garzanti, 03/2013 - 335 pag. - € 16,40
Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università ha tutta l'intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. C'è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza. Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli castani di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover convivere sotto lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un'inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all'anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto.
Voto:

R e c e n s i o n e 

Credo che intorno a questo libro ci sia tanto rumore per nulla.
Da una parte stuoli di fans che l'adorano, dall'altra lettori indignati che lo condannano. Devo dire che non mi sento rappresentata da nessuno di questi due estremi. Capisco molto bene perchè Beautiful Disaster possa piacere, probabilmente perchè ricordo altrettanto bene cosa vuol dire avere 19 anni, quando tutto è bianco o nero, giusto o sbagliato, quando sei felice o disperata e non conosci le mezze misure.
Abby e Travis sono gli opposti che si attraggono, le due facce di una luna. Lei ha un passato da dimenticare, lui glielo ricorda troppo. In pratica Abby non ci vuole ricascare, non vuole il ragazzo sbagliato che sfreccia sulla sua moto senza rispettare i limiti di velocità, che combatte negli scantinati per raccimolare qualche soldo e cambia ragazza ogni sera. Abby vorrebbe un ragazzo come Parker che guida con prudenza, rispetta i semafori, andrà ad Harward, farà il medico... vuole sicurezza e stabilità.

L a  S e r i e 

La serie si compone di due romanzi che raccontano la medesima storia. Uno Splendido Disastro è narrato da Abby, Walking Disaster da Travis.

 

Le due cover però non le trovo per niente in sintonia. La prima è bellissima, anche se non ho mai visto Abby imprigionata in una storia che non voleva, la seconda mi sembra perfetta solo per un paranormal romance.



Nota: Vi ricordo che i commenti rilasciati a questo post, saranno visibili anche nella pagina del sito dedicata alla recensione

27 commenti:

daydream ha detto...

Sono proprio impaziente di leggerlo anche io per vedere se lo amerò o se lo odierò... Però qualcosa mi dice che la penserò come te XD
Ottima review ;)

Silvia Leggiamo ha detto...

Grazie Deni,
mi sa anche a me che la penserai così xD
Però qualcosa di buono c'è dai, è che io proprio non capisco come possa essere nato un simile fenomeno e tutto questo parlare (sia nel bene che nel male). :P

Elena ha detto...

A me è piaciuto parecchio anche se durante la lettura mi cadevano le braccia ogni volta che Abby e Travis si comportavano da psicopatici, soprattutto il secondo. Mi sono stupita dal fatto che mi abbia preso tanto e mi divido tra l'amarlo e il deriderlo, sono curiosa di leggere quello che pensa Travis e sicura che con Walking Disaster mi cadranno le braccia definitivamente :P

Bella recensione ;)

Silvia Leggiamo ha detto...

x°D Sì non sono normalissimi!
Lui sbrocca di brutto, lei lo molla direttamente e certi comportamenti sono proprio assurdi, ma cmq giustificati dall'età. Alla fine è colpa dell'autrice se non mi ha reso Abby e Travis due psicopatici convincenti xD

Jaqueline Emerson ha detto...

Non so bene cosa aspettarmi da qst libro... cerco di non avere aspettative alte ma qst libro mi ha ammaliata dalla prima volta che l'ho visto! Spero di leggerlo presto e di non rimanere troppo delusa!

Giada ha detto...

Silviettaaa, stavolta non posso dire di pensarla come te perchè il libro non l'ho nemmeno finito. L'ho iniziato ma mi sono subito persa. Non capivo cosa stava succedendo, il perchè di certi coportamenti, non solo da parte di Travis che non si conosce, ma di Abby... non è lei la voce narrante? Allora perchè è così priva di emozioni? Perchè si comporta in un certo modo? Non so se sia colpa mia o lo stile dell'autrice non è nelle mie corde, ma un romanzo d'amore deve emozionare anche con un semplice respiro-sospiro della protagonista. Qua invece si sta perennemente in apnea, e non è un complimento -___-

Silvia Leggiamo ha detto...

Giadina lo so, l'inizio è un po' così, però poi migliora. E' che non capisce come Travis impazzisca d'amore per Abby in 3 pagine, ma per saperlo forse bisognerà leggere Walking Disaster ^^
Però i libri non si mollano *le bacchetta le mani*

Silvia Leggiamo ha detto...

Idem Jaqueline, anch'io ne sono rimasta subito stregata. Ma non è che mi sia pentita di averlo letto, però mi aspettavo di più.

Giada ha detto...

Lo sooo, non volevo mollarlo, ma c'era Divergent che mi faceva gli occhi dolciii... come potevo resistere? *___*
Giuro che lo riprendo, fidandomi del fatto che migliori!

Silvia Leggiamo ha detto...

Ti controllo eh xD (belloooo Divergent!)

Luigi87 ha detto...

Anche io ho letto e recensito il libro: http://letteraturaecinema.blogspot.it/2013/03/recensione-uno-splendido-disastro-di.html

Scrittura elementare, ma non per questo meno incisiva per un pubblico young adult. Niente meno, niente più di Tre metri sopra il cielo. La trama è a dir poco inverosimile, così come la quasi totalità dei comportamenti dei protagonisti (eh quindi non mi meraviglio che molti passaggi non siano compresi). Ma del resto qui la razionalità va a farsi benedire e lascia spazio al grande rompicapo dell'amore adolescenziale, quello privo di regole o logiche, vissuta tra contraddizioni e perenni sbalzi di umore. Mancano le sfumature della vita, ma per trovarle bisogna rivolgersi decisamente ad altri titoli e ad altri scrittori più maturi. Comunque resta un romanzo che prende e che come dici bene tu, non vale la grande attenzione mediatica ma nemmeno le critiche feroci. Godibile (ottimo per buona parte degli adolescenti)

daydream ha detto...

Del genere "qual è l'arcano che si cela dietro a tutto questo gran parlare?" LOL
Va beh dai... sempre meglio di quanto c'è stato il boom delle cinquanta sfumature XD

daydream ha detto...

*si intromette* dai Silvia per Divergent la si può anche perdonare :P

Silvia Leggiamo ha detto...

Luigi, sono perfettamente d'accordo!

Silvia Leggiamo ha detto...

Sììì Deni, sicuramente meglio di 50 sfumature! Ma non è che ci voglia molto...

Silvia Leggiamo ha detto...

Per Divergent sì, è perdonata, ma vediamo quanti altri libri ci saranno prima che riprenda in mano Disaster... (le dita di mani e piedi non mi bastano lo sento...)

Giada ha detto...

Nooo, devi essere ottimista *___*
Avevo promesso di leggere anche "i giorni del tè e delle rose", quindi quello verrà prima... poi c'era il giallo e non dimentichiamo Chaos... ok, ti presto anche le mie dita

Silvia Leggiamo ha detto...

Ecco brava, perchè i Giorni del Tè e delle Rose sai quando l'hai avuto tra le manine? Ho un foglio firmato... *controlla* 5/3/2008 O_O *sviene*

Giada ha detto...

È passato così tanooo??? 5 anni??? Oddio, non sembra... allora sì, devo leggerlo subito!

Silvia Leggiamo ha detto...

Sì... ci risentiamo tra 5 anni...

Lara ha detto...

libro tanto chiacchierato è la seconda recensione diciamo negativa che leggo e di due blogger di cui mi fido molto quindi qualche dubbio mi sorge, è anche vero che altre amiche lo hanno amato, mmmmmm! Urge lettura, anche se volete la verità il comportamento di Travis mi da da pensare, se succedesse nella realtà mi terrei alla larga da uno così!
Divergent è troppo bello quindi merita di passare in vetta a tutte le liste!!!! :P sai quante bacchettate mi meriterei io? una vagonata!! la mia lista di letture cambia ogni giorno, a volte più volte al giorno :P

Silvia Leggiamo ha detto...

Uno come Travis non lo vorrei manco morta, ma non è nemmeno quello il punto credo. E' l'autrice che deve fartelo sembrare convincente (io posso amare anche un personaggio lontano anni luce dai miei ideali), invece qui le cose succedono un po' alla cavolo, sarà l'età, saranno gli ormoni, ma questi due fanno le cose senza pensarci troppo. Dall'inizio alla fine. Soprattutto alla fine O_O La parte della convivenza la salvo invece.

Sarah ha detto...

Fa piacere leggere anche recensioni come questa che non condannano il libro per certi eccessi (cavolo è un libro, c'è chi è rimasto scandalizzato per delle cose assurde!), ma nemmeno lo portano in palmo di mano.
Io ho fatto nottata per finirlo, alla fine gli avrei strozzati tutti e due, lui per un motivo, lei per un altro, però per qualche strano motivo non riuscivo a chiudere il libro. Adesso mi sto dando della scema, perchè dopo alcuni giorni non mi è rimasto niente di questa lettura. E purtroppo come dici tu è vero, l'autrice non scrive nemmeno benissimo...

Silvia Leggiamo ha detto...

Sì ci sono state delle parti che mi incuriosivano e mi facevano continuare la lettura, ma a conti fatti (e a posteriori) non mi è rimasto granchè. ;_;

Elena ha detto...

Non riuscivo a rimanere seria neanche volendo xD

Bulma ha detto...

Sono d.accordo sul fatto che non sia niente di che, ma sarei meno gentile...è di una banalità sconfortante, oltre a non avere il minimo spessore artistico come le montagne di libri che gli assomigliano!

Silvia Leggiamo ha detto...

In effetti di solito sono più distruttiva... è che mi sembrava di sparare un po' sulla croce rossa, era un po' come "vincere facile" e forse sarò scema io, ma ci sono dei momenti in cui ho quasi provato tenerezza per Abby e Travis.
Purtroppo però solo un'autrice con stile e padronanza può farmi apprezzare certe storie... pazienza, mica mi arrendo, la mia caccia al romanzo new adult "perfetto" (almeno per me!) continua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...