28 marzo 2013

Recensione, L'EREDITÀ DI JENNA di Mary E. Pearson

Finalmente ho depennato un libro dalla mia lista "I 10 libri da leggere assolutamente nel 2013" e adesso me ne mancano solo nove. Ok, sento che anche questo proposito (l'unico) non lo porterò a termine... ;_;
Ma veniamo al libro in questione: L'Eredità di Jenna. Carino, mi è piaciuto. E' meno etico del primo romanzo della serie, ma è comunque ricchissimo di riflessioni. Ha qualche difetto, perchè l'autrice è bravissima a vivisezionare la psiche dei suoi protagonisti, ma lascia il resto "un po' al caso". Resta comunque un romanzo fantascientifico, di distopico non c'è quasi nulla nonostante venga spesso etichettato come tale.

T h e  F o x  I n h e r i t a n c e

| Giunti, collana Y, 2012 | Pagine circa 443 | € 14,50 |
Jenna, Kara e Locke, tre amici inseparabili, tornando da una festa rimangono uccisi in un terribile incidente. I loro corpi non possono essere salvati ma le loro menti vengono tenute in vita e intrappolate in un computer. Jenna è la prima a risvegliarsi con un corpo artificiale grazie a un esperimento di biotecnologia avanzata. Kara e Locke invece vengono dimenticati e rimangono isolati in un lunghissimo limbo telepatico dove esistono solo i loro pensieri e i loro sentimenti. Passano gli anni e poi i secoli e finalmente, dopo 260 anni, Locke e Kara si trovano di nuovo nei loro corpi, resi perfetti da uno scienziato senza scrupoli. Ma il mondo in cui si risvegliano è un luogo estraneo e pericoloso dove tutto e tutti quelli che conoscevano sono ormai scomparsi. Tutti tranne Jenna Fox.
Voto:

R e c e n s i o n e


"Eravamo stati lanciati a tutta velocità verso una brillante ed estenuante carriera accademica, venivamo addirittura nutriti con quelle ambizioni, ma da qualche parte, dentro, stavamo morendo di fame. Decidemmo che era arrivato il momento di fermarci, ma non potevamo farlo da soli, avevamo bisogno gli uni degli altri."

Jenna, Locke e Kara. Tre amici veri. Tre adolescenti che avevano fame di vita e che con la vita hanno pagato quel bisogno.
Jenna è stata salvata grazie al Bio-Gel, ma per non condannare allo stesso Inferno i suoi due amici distrugge le copie con i salvataggi delle loro menti.
Adesso però, dopo 260 anni, i due ragazzi vengono "ricostruiti" e mentre Locke è disorientato, spaventato, ancora perso in un passato cronologicamente lontano, ma emotivamente vicinissimo, Kara è arrabbiata. Con la vita. Con chi gliel'ha tolta. Con Jenna. Non resta che ritrovarla...

Questo romanzo poteva essere un tripudio di azione e colpi di scena invece, come il precedente, sposa tematiche etiche e morali, si addentra nella psicologia di questo ragazzo con oltre due secoli sulle spalle ma con l'esperienza di un sedicenne e scruta, analizza, esplora gli anfratti della sua mente. Una mente che è stata racchiusa per 260 anni in una scatola di 15 centimentri, con la sola voce di Kara a cullarlo e con il "nulla" per coperta.
» continua a leggere sul sito

L a  S e r i e





Nota: Vi ricordo che i commenti rilasciati a questo post, saranno visibili anche nella pagina del sito dedicata alla recensione

4 commenti:

valeottantadue ha detto...

ho i primi due in attesa..ne manca ancora uno..che stress sti sequel..però mi attira come serie:)bella recensione

Silvia Leggiamo ha detto...

Vale se ti può consolare ogni romanzo è decisamente autoconclusivo, soprattutto il primo.
Anch'io mi stresso un tot con le saghe quindi ti capisco benissimo!

Elena ha detto...

Dentro Jenna mi era piaciuto tantissimo e non vedevo l'ora di leggere questo ma quando è uscito non se n'è parlato granché così me ne sono completamente dimenticata fino a qualche giorno fa quando ho scoperto uscirà il terzo *^*
E' una serie davvero unica!
Bella recensione, spero di leggerlo presto ;)

Jaqueline ha detto...

Ieri sera dovevo iniziare un nuovo libro ed ero indecisa se leggere Dentro Jenna o meno... peccato alla fine ho iniziato Nightschool. Beh adesso so quale sarà la mia prossima lettura :P

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...