23 giugno 2016

Cosa leggo in vacanza?

Buon pomeriggio a tutti!
Come avrete capito dal titolo del post devo decidere quali libri portarmi in vacanza e considerando che non ho un reader il peso della mia valigia è destinato ad elevarsi al cubo (ma Marito non deve saperlo, quindi shhhhh).
Manca pochissimo alla tanto agognata partenza e come tutti gli anni mi piacerebbe smaltire la mia vecchissima to be read, ma essendo un viaggio on the road non posso nemmeno caricarmi di tomi troppo pesanti (sia in termini di etti che di contenuti).
Mi servono un po' di consigli, perché ho fatto una piccola selezione (vedi foto qui sotto), ma purtroppo non posso nasconderli infilarli tutti in valigia.
Ho deciso di portarne tre. Di solito non mi contengo mai fino a questo punto, ma devo darmi dei paletti, voglio essere più rigida di uno stoccafisso. Tre libri di tre generi diversi. Un thriller/horror, un romanzo di narrativa e uno super soft romanticoso o yong adult per la spiaggia.


Per il thriller sono indecisissima. 14 di Peter Clines ha buone probabilità di venire in vacanza con me anche se 1) con il Gioco degli Occhi di Fitzek andrei sul sicuro, l'autore tedesco è una mezza garanzia 2) La Cella del Male di Will Lavender ha voti stellari e mi è stato consigliato da diversi amanti del genere 3) sarebbe anche ora di scoprire i gialli di via Rowling 4) Iron House ha una cover troppo faiga che invoglia la lettura in modo pazzesco e 5) se entrassi in modalità psicopatica Una Stanza Piena di Gente potrebbe fare al caso mio.
Un bel dilemma, no? Per ora su Instagram e Facebook mi hanno consigliato La Cella del Male e Il Richiamo del Cuculo. Alla fine tirerò a sorte, me lo sento ^_^


Passiamo alla narrativa.
Non ho mai letto niente della Mazzantini e l'unico romanzo che possiedo è Non ti Muovere... quindi? Mi butto? Però sono secoli che faccio gli occhi dolci a La Ragazza con l'Orecchino di Perle, non ho mai visto nemmeno il film in previsione di questa lettura... e poi c'è Fiore di Neve e il Ventaglio Segreto con tutto l'incanto dell'oriente... uffa, scegliere non è mica facile.
L'Azzurro del Cielo non Ricorda e Il Gusto Proibito dello Zenzero hanno invece il vantaggio di avere la copertina rigida, quindi non si rovinerebbero, dettaglio da non sottovalutare a mio parere, ma vogliamo poi parlare de La Donna in Bianco e Il Giardino dei Segreti? Tra l'altro, sempre dal "sondaggio" che ho aperto sui social, il romanzo della Morton è il più consigliato.

   

E per finire la lettura soft, e qui entrano in gioco i generi più disparati.
Da Il Profumo del Pane alla Lavanda so cosa aspettarmi, Sarah Addison Allen l'ho recensita qui e qui e... cavolo, sono stata davvero tirchia in fatto di voti!!! Però mi piace - giuro - lei racconta favole agli adulti, inserisce la magia nel mondo reale con una naturalezza incredibile e riesce a farti sognare ad occhi aperti. L'unico difetto è che i suoi libri sono delle sottilette (e costano tantissimo, mannaggia alla Sonzogno!).
Non Proprio un Appuntamento sarebbe perfetto per le pause ombrellone (anche se ho paura di rovinare la fighissima copertina gommata di AmazonCrossing!) oppure potrei rituffarmi nel romance storico... mamma mia è una vita che non ne leggo uno! Ho sentito meraviglie riguardo a Intime Promesse di Sherryl Thomas, potrei crogiolarmi al sole con lui, no?
Altrimenti potrei leggere il seguito di Across the Universe, ovvero Brilleremo tra un Milione di Soli, copertina orrida, ma tanto la lascerei a casa e non dovrei sorbirmi gli sguardi ebeti dei personaggi per due settimane. Però qui temo la fregatura. Quando Piemme ha ristampato il primo e il secondo volume della saga confidavo che a breve uscisse anche il terzo, invece ciccia...
Quindi? Che si fa? Non sono nemmeno indecisa, noooo, manco un po'!


Aspetto i vostri preziosissimi consigli! <3

7 commenti:

Red_Kedi Noe ha detto...

Io voto:

- 14 di Peter Clines
- Fiore di Neve e il Ventaglio Segreto
- Non Proprio un Appuntamento

:D

Nico Donvito ha detto...

Io voto il Gioco degli occhi e se c'è spazio porta anche la cella del male :D

Cecilia Attanasio ha detto...

Tra i thriller, l'unico che conosco è Il richiamo del Cuculo e, per quanto vi abbia scorto più pregi che difetti, te lo consiglierei solo perché con il terzo si è avuto un netto miglioramento; non è un ragionamento molto logico ma vabbé.
Non ti muovere non mi sembra proprio l'ideale per una vacanza, la Mazzantini è molto diretta, a volte cruda, quindi lo lascerei stare. Il gusto proibito dello zenzero è stata una delusione per me, quindi scarterei anche quello.
Mi rendo conto che non sono veri e propri consigli, si fa quel che si può.
Buone vacanze e letture!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Red_kedi
Quanto mi ispira 14... è mooolto vicino alla valigia!

@Nico Donvito
Immagino che non Fitzek non si sbagli

@Cecilia
No, no, sconsigliare vale quanto consigliare, e il ragionamento del Cuculo non fa una grinza. Tra l'altro me l'ha regalato mio figlio e mi rompe perché non l'ho ancora letto xD

Beth Book ha detto...

Il richiamo del cuculo e Fiore di neve e il ventaglio segreto sono due belle letture che ho apprezzato molto, alcuni degli altri non li conosco, ma Non proprio un appuntamento sembra una perfetta lettura da spiaggia!

Angela ha detto...

ma che bella gamma di scelte che hai! *_______*

io amo la mazzantini quindi la consiglio sempre, anche se mi rendo conto che - drammatica com'è - potrebbe non essere molto "da ombrellone" ;)

La Ragazza con l'Orecchino di Perle è molto scorrevole, così anche e Fiore di Neve e il Ventaglio, che emotivamente mi prese molto.
La morton la stra consiglio, ha trame sempre intriganti e ben intrecciate :))

Giusy P. ha detto...

Il richiamo del cuculo è l'unico che ho letto. Ricordo che ad un certo punto mi stava annoiando, ma alla fine mi era piaciuto molto. Quindi se pensi di poter resistere ad una manciata di pagine noiose, te lo consiglio! Adoro questa serie *_*

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...