21 febbraio 2017

Weekly Recap #155

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma. Sostituisce In My Mailbox.

Chiacchiere e Statistiche

Buon pomeriggio lettori!
Oggi per poco non vi beccavate un tag letterario, è vero, non ne faccio mai, ma ne ho visti in giro di carini e per un attimo sono stata tentata. Per un attimo eh... poi la pigrizia ha avuto la meglio (almeno per ora)! Una domanda però non ha smesso di frullarmi in testa: quanti libri compri al mese?
E così ho fatto un rapido bilancio degli acquisti del 2016 tralasciando ovviamente scambi, prestiti, regali, e bla bla...
Ho scoperto di aver comprato 29 libri, quasi 2,5 al mese.
Ma l'analisi non è finita lì, figuriamoci. Di questi 29 ne ho letti solo 8 e 2 li avevo presi perché mi erano piaciuti e ci tenevo a conservarli nella mia libreria (Rosemary's Baby e Maus). 
In pratica ci sono 19 libri che vegetano negli anfratti di casa... (più tutti gli altri)
Come sta andando il 2017? Finora ho comprato solo un libro (Follia di McGrath) e il primo albo di Monster, quindi due titoli in due mesi. Dai, la media è buona :) però ci sono dei romanzi che ho amato e voglio recuperare, in primis Ci Proteggerà la Neve di Ruta Sepetys (sarò paziente e moniterò Il Libraccio) e poi Il Tribunale delle Anime perché mi sento troppo in colpa a non avere iniziato la serie di Carrisi ambientata a Roma.
A proposito... e voi come state messi? Su su... fate outing!

NEW ENTRY


Come vi dicevo ho comprato il primo albo di Monster <3
Finalmente la Panini Comics si è decisa ad andare in ristampa (la terza!) e dopo anni e anni di attesa in cui mi è pure cresciuta la barba, non ci ho pensato due volte ad infilare la prima uscita nel carrello di Amazon! La serie in tutto si compone di nove numeri e insieme a 20th Century Boys è considerato il capolavoro di Naoki Urasawa.



Voglio cedere a poche novità quest'anno, giuro 🙏, cercherò di impegnarmi il più possibile, ma l'uscita di Haruf non mi ha lasciato scampo. Devo ancora recuperare la trilogia della Pianura (altra missione 2017 8)), ma partire da Le Nostre Anime di Notte mi sembra ottimo. L'ho in lettura e sono già malinconicamente innamorata.
Poi, siccome ai libri "malati" non so resistere, ecco La Figlia Femmina di Anna Gurickovic Dato che inizierò immediatamente dopo Haruf. 

Per trame, prezzi e altro, vi rimando su Amazon

  

Cosa mi sono vista


Ma che chicca è questo film? Se the Conjuring l'avevo trovato bello, questo è stupendo. Una perla.
Ispirato al caso Enfield, di cui forse saprete già tutto grazie alla minisere tv, racconta un fenomeno di poltergeist che sconvolse un'intera cittadina inglese alla fine degli anni 70, tanto da scomodare sacerdoti, esorcisti e mass media. Per quanto la veridicità della storia faccia ancora storcere il naso ai più scettici, questo è il caso più documentato sulle possessioni demoniache. 
A parte la trama che non può non suscitare grandissima curiosità (ditemi storia vera e io ci sono!) il film è perfetto sotto ogni punto di vista. Meravigliosa la regia, sempre grandioso il cast e la tensione è un tale crescendo da tenerti inchiodato alla poltrona. Anzi, non parliamo di poltrone che è meglio... e nemmeno di suore. Perché? Be', guardatelo. E spaventatevi!


Nonostante abbia già pronto il relativo post - Libro VS Film - ve lo dico lo stesso, il film de La Ragazza del Treno è decisamente meglio del libro.
"Ci voleva poco" mi sono sentita dire spesso, e beh, forse è vero, ma ormai fatico ad azzardare ipotesi... tutto è possibile! 
In breve il regista ha rattoppato tutto quello che nel libro era fatto male ed è riuscito a creare una discreta suspense. Insomma, per chi non conosce il finale, una piacevole visione (ma non di serie A).


Di Annabelle fa più paura la locandina dell'intero film. Purtroppo a parte un paio di scene ad alto tasso adrenalinico non c'è nulla degno di nota, ma la visione era d'obbligo visto che sto recuperando tutti i film inerenti a the Conjuring e ai coniugi Warren. Il prossimo sarà il remake di Amityville Horror con Ryan Reynolds, poi direi che sono a posto: posso prendere un  master in esorcismo e cambiare lavoro 8)

Alla prossima!

2 commenti:

LadyCooman ha detto...

La ragazza del treno ho faticato a finirlo e il film l'ho trovato più o meno allo stesso livello :(
Buone letture!!

Silvia Leggiamo ha detto...

Ah bene xD
Io credo che se non avessi letto il libro, il film bene o male me lo sarei goduto e un 6 sento di doverglielo dare.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...