29 ottobre 2014

Weekly Recap #112

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma. Sostituisce In My Mailbox.

Salve lettori virtuali! Oggi si recappa! Eh sì, visto che la prossima settimana sarò assente, in questi giorni posterò un po' senza regole... che poi, quando mai questa povera rubrica ne ha avute?
Partiamo dalle new entry, che sono tante e non sono nemmeno tutte. Mi sono data agli scambi folli in questo periodo, la mia libreria aveva bisogno di essere rinnovata, anche se il mio scopo principale era quello di alleggerirla... ma non ce l'ho fatta.
Però ho recuperato dello spazio spostando i libri che ho in scambio nella camera degli ospiti (ovvero la camera in cui metto tutto quello che non m'interessa ospiti compresi) e sistemando tutti i romance da edicola in mansarda sulle mensole che coprono i cavi dell'antenna della TV!


Mi sembra stiano bene, tanto lì sopra c'erano solo delle cianfrusaglie che io ODIO, tipo delle bomboniere che sono finite nella spazzatura!
Comunque urgono tutti di un'attenta rilettura e poi via di nuovo con gli scambi!
Ah, durante le pulizie guardate che robe mi sono saltate fuori!

 

Il mio amore per certi film mi porta a comprare libri
che forse di spessore ne hanno poco
(anche perché sono stati scritti sull'onda del successo della pellicola),
ma chi se ne frega.


Ma veniamo ai miei tessssori!!!
Allora. Quella Vita Che Ci Manca di Valentina D'Urbano è il romanzo che ho attualmente in lettura e mi sta piacendo molto. Avevo bisogno di una storia vera e drammatica, spero solo di non ridurmi a una pozza di lacrime, ma l'importante è che non si scada nel patetico, e fortunatamente non mi sembra nello stile dell'autrice.
Poi, grazie a degli scambi, ho recuperato Il Sotterraneo di Stephen Leather (che volevo da una vita) e L'Indiziato di Michael Robotham (che non volevo da una vita, ma non mi sembrava male...).

  
| amazon | amazon | amazon |

Ti Prendo e Ti Porto Via di Ammaniti mi è stato consigliato, quindi nel caso non dovesse piacermi so con chi prendermela (Marta...), e Ai Piani Bassi della Powell era in wish list, quindi per una volta la fortuna mi ha sorriso, anche perché vi dirò... io tento sempre di scambiare con qualcosa che cerco, ma raramente mi succede, e così accumulo libri di cui me ne frega pure poco. Ma d'ora in poi il mio "io scambista" non mi farà più fessa!

  
| amazon | amazon |

Per finire l'in e out del mese.
Tanto "out" per Il Mio Sbaglio Preferito che con tutto l'impegno del mondo non sono riuscita a farmi piacere (qui la recensione) e amore infinito, quindi "super in", per La Principessa Sposa di Goldman che finirà sotto una teca di vetro con la targhetta unforgettable (qui la recensione)!

 
| amazon | amazon |

Ho messo i link di Amazon nel caso siate curiosi di leggere le trame.
Nel caso vi interessi La Principessa Sposa (e non dite non vi interessa!!)
sappiate che è uscito anche in edizione economica!

Cosa mi sono vista


Otto puntate. Quattro settimane per vedere la serie. E poi cosa fanno domenica 26 Ottobre? La maratona di True Detective. Otto ore di visione. Una roba bellissimaaaaa, soprattutto per me che odio le attese e mi dimentico le cose. Perché questa è una serie dove i dettagli fanno la differenza, dove non puoi perderti un fotogramma, invece io - puntualmente - durante il secondo episodio in prima serata crollavo per la stanchezza -_-'
In fondo True Detective ha tanti pregi, ma ha anche il difetto (che per molti forse non lo è) di essere lento. Non è un lento noioso, assolutamente, ma è un lento che può mettere a dura prova il tuo livello d'attenzione e quando si ha alle spalle una settimana di lavoro, vi assicuro che restare con gli occhi aperti è dura.
Voglio comunque farla breve.
Se dovessi darci un voto in una scala da uno a dieci sarebbe 7,5.
Premetto che True Detective per me non è un vero e proprio thriller, ma l'analisi di due uomini, Rust Cohle e Marty Hart. Sotto questo punto di vista la serie tv mi è piaciuta moltissimo. Rust e Marty hanno discrepanze, imperfezioni, pregi (pochi), difetti (tanti)... Entrambi conosceranno il buio, le tenebre, il dolore, e in modi diversi percorreranno la strada del riscatto.
La componente gialla invece, che è un po' il pretesto per raccontare la vita dei due protagonisti, non regala niente di nuovo sul fronte thriller, ma la sceneggiatura è così ricca, complessa, piena di citazioni (citazioni ai fumetti addirittura!) che è impossibile non apprezzare True Detective, destinato forse a diventare un cult.



Alla prossima! 

8 commenti:

Nina Pennacchi ha detto...

A me "Ti prendo e ti porto via" è piaciuto molto... fino al penultimo capitolo, tipo! Poi l'ho odiato! Ahahahha... non me la sono potuta prendere per il finale. Sono curiosa di conoscere il tuo giudizio!

Mr Ink ha detto...

True detective già è cult, oh :P
Anch'io voglio leggere quell'Ammaniti! Tante belle entrate, e felice che il romanzo di Valentina ti piaccia. La famiglia Smeraldo si fa volere bene.

Alessandra Angelini ha detto...

Ma esistono i libri di Labirinth e Alla ricerca della pietra verde? O_O Se ne impara sempre una delle nuove!
Anch'io ho un libro di Valentina d'Urbano in attesa, anche da troppo a essere onesti. Mi ha colpito in libreria, poi è finito sepolto mille altri e ora è negli scatoloni del trasloco :$ Ce la posso fare!
True Detective non lo conosco, al momento sono nel tunnel di Person of interest, però lo recuperò di sicuro

Martina d ha detto...

Io amo all'inseguimento della pietra verde... che invidia!
Io vorrei vedere True Detective, mi sembra una bellissima serie, solo che matthew mcconaughey non è proprio un attore apprezzo!

Anonimo ha detto...

Ti prendo e ti porto via mi è piaciuto tanto, Ammaniti costruisce dei personaggi incredibili, che nella loro assurdità sono assolutamente realistici. Ho letto quasi tutti i suoi libri, purtroppo gli ultimi mi hanno un po' deluso.

True Detective, bellissimo, e soprattutto che paesaggio stupendo! Le paludi della Louisiana , New Orleans. Mi sono fatta un viaggio virtuale tramite google earth e me ne sono innamorata!

Marta

Silvia Leggiamo ha detto...

@Nina
[A me "Ti prendo e ti porto via" è piaciuto molto... fino al penultimo capitolo, tipo! Poi l'ho odiato!]
Ak. perfetto x°°°D

@Mr Ink
E' già un cult? Ah,ok, io arrivo sempre in ritardo u.u

@Alessandra Angelini
Sììì, una volta andava proprio di moda scrivere i libri dopo il successo cinematografico, e io non resistevo, dovevo averli!!!
True Detective è la stagione dell'anno, o del secolo forse, se ti piace il genere devi vederla assolutamente!

@Martina D.
Matthew McConaughey è bravissimissimo in questa serie, più che in alcuni film che ha fatto, fidati!

@Marta
Ammanniti l'ho preso per "colpa" tua, sentiti responsabile xD
Io ADOROOO la Louisiana. Il posto perfetto per uccidere :))

Anonimo ha detto...

E aggiungo, ma non dici nulla della colonna sonora? MERAVIGLIOSA!

Marta

Silvia Leggiamo ha detto...

@Marta hai ragioneeeee, come ho potuto dimenticarmi di mettere il link alla sigla o anche solo spendere due parole! Quella musica era una droga!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...