28 settembre 2015

IL PLAGIO, GIOIE E DOLORI...

Di solito non segnalo mai chi mi plagia, come e perché. Alla fine... chi se ne frega. Mi sono sempre fatta viva solo con il diretto interessato chiedendo spiegazioni, e visto che la condivisione fa parte di me proponevo che mi linkasse per una forma di correttezza.
Mai avuti troppi problemi.
Mai fatto drammi, anche se sul momento non nego un certo rialzo pressorio.
C'è anche da dire che molte volte gli admin di un sito a cui collaborano diversi recensori, nemmeno sanno che possono accadere cose come questa, non si aspettano certo di aver reclutato persone che per buttare giù due righe devono farlo copiando.
Non entro nel merito, ma ovviamente non capisco perché uno debba scrivere se non ama farlo o se non ha idee per la testa da concretizzare nero su bianco. Insomma se non sai di che parlare stai zitto che fai più bella figura.
Comunque il mondo è bello perché è vario, o avariato come spesso si dice, e pace. Siamo italiani, no?

Finora erano state plagiate diverse mie recensioni, ma sempre da Pinco Pallini come me. Lettori amatoriali insomma, con blog, siti e forum frutto di quella che dovrebbe essere una semplice passione.
Poi mi arriva una mail. Mi scrive un certo Michele di Firenze segnalandomi che ha letto online un articolo molto - troppo- simile al mio. Lo ringrazio tantissimo, perché senza di lui non sarei mai capitata su http://www.sociologiaonweb.it/ un sito che, cito, intende frantumare questi schemi (emh, quali?) ponendosi come specchio di una società che non vuole subire, ma dialogare e, soprattutto, ragionare. Che dire? Un applauso per i presupposti davvero lodevoli di questa sapiente e colta comunità.

Comunque facciamola breve, per capire di cosa parlo vi lascio il link incriminato. Anzi, metto pure la stampata della videata... non si sa mai che all'ultimo qualcuno cambi qualcosa... fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio mi ha insegnato mia nonna.

| Perché in Italia si legge poco? di Carmelo Caridi |

Adesso leggete il mio articolo del 2012 (scritto quindi tre anni prima).
Lo trovate qui:

Perché in Italia si legge poco? Cause e conseguenze

Non ci vuole chissà quale occhio esperto per capire che il signor Caridi si è liberamente ispirato al mio post. Mah... come spesso mi capita, sono senza parole. In fondo non scrivo chissà che, e nemmeno chissà come, possibile che gente che si definisce intellettuale, un gruppo di sociologi, giornalisti, psicologi, pedagogisti, economisti, debba venire sul mio misero blog a scopiazzare come se fossero in quinta elementare? Dai? Scherziamo?

Ma non facciamo di tutta un'erba un fascio. Il signore che si è dato all'arte del plagio è solo uno, tale Carmelo Caridi, e come possiamo evincere dall'articolo non è un ragazzino che ha sbagliato in buona fede. Se andiamo a spulciare in internet scopriamo altro. Il signore Caridi è (o è stato, non mi interessa approfondire la questione) commissario provinciale del Psdi di Reggio Calabria (fonte).

Insomma, posso puntargli il dito contro?
Sinceramente mi viene quasi da ridere. Insomma un signore che vuole apparire di un certo livello, impegnato culturalmente e politicamente, viene da me e fa copia incolla di un post in cui esprimo un pensiero, e se ne appropria. Lui, che fa parte dell'Associazione Nazionale Sociologi Calabria mi ha copiata. Oddio, ha tentato in modo un po' maldestro di modificare qualche passaggio, ma dovrà impegnarsi di più una prossima volta. In questo caso il plagio è palaese.
Però alt! A me non da fastidio il plagio in sé, ma che questa piccolezza sia lo specchio di qualcosa di più grande. Scrivo nel post che siamo un popolo di pigri... ma quant'è vero? Forse voleva solo avvalorare le mie parole, chissà... oppure tutto il mondo è paese e allora siamo proprio messi male.

Comunque doveva essere proprio un articolo interessante il mio, perché l'ho trovato scopiazzato un po' ovunque.

Su Gruppi.Chatta il mio articolo è diventato di proprietà di Serena.10 che ha aperto una discussione e ringrazia pure chi la pensa come lei. Personalità top! Vai così! Spero solo che tu abbia 10 anni Serena, in questo caso ci sta.

- link -

Qui ci sta già un po' meno. Il blog di Milocca vanta una badilata di utenti, ma è anche pieno di collaboratori e me ne rendo conto, gli amministratori non possono avere cento occhi. Io ho fatto presente la cosa, vediamo come si comporteranno, per ora si sono limitati a un "Grazie, Silvia, per la segnalazione. Saluti, la Redazione". Scusa se lo sono dimenticati per strada, quindi credo che per loro la cosa sia finita lì. Come se avessi segnalato una virgola messa male. 

copia/incolla mode on

Sono curiosa di vedere cosa succederà. Per me poco o niente, ma visto che i due blog che mi hanno copiato si propongono di migliorare il nostro Paese sappiano che insabbiare non serve a niente. A volte un po' di sana vergogna può solo servire da lezione.

Per ora ringrazio tutti quelli che mi hanno già commentato su facebook.
Almeno ci siamo fatti quattro risate!


*Aggiornamenti* 

28/09/2015 - ore 16,50 - dal sito sociologia on web il post del sociologo Caridi è magicamente sparito. Visto che ho fatto bene a farmi lo stamp della videata? 8)

28/09/2015 - ore 21,00 - Sul blog di Milocca il mio articolo è anche qui ed è attribuito a un certo Gaetano Bonaventura.

29/09/2015 - ore 12,10 - Milocca mi comunica (qui) che ha avvisato il signor Bonaventura  per farmi contattare. Ma pensa. E io che credevo che gli admin servissero per moderare e intervenire in casi come questi, che ingenua che sono.
Poi in questo altro post mi dice che  si augura un chiarimento e nel caso il signore in questione si scuserà. Cioè... "nel caso"? Va be' dai... per me questo Gaetano Bonaventura può anche non esistere... A questo punto mi interessa poco di cosa succederà, spero solo che non tolga il post e lasci i miei commenti, così la situazione sarà chiara a tutti.

29 commenti:

daydream ha detto...

Mamma mia, che pena °-° la gente non sa proprio pensare con la propria testa...
Poi per il caso del caro signor Caridi non c'è niente da dire, è solo una vergogna ._.

Alice ha detto...

Ma grande Silvia! Hai fatto benissimo a scrivere questo post. Come dicevi, passi (ma fino a un certo punto) se lo fa un signor nessuno, ma che un "professionista" si abbassi a scopiazzare come nemmeno un adolescente sui banchi di scuola... questo proprio no! Un po' di autostima gente! Non ce l'avete un po' di orgoglio?

Silvia Leggiamo ha detto...

Davvero io sono basita. Insomma, anche noi come blogger possiamo scrivere un post cercando informazioni in rete, ma dobbiamo in qualche modo farle nostre.

Cmq per la cronaca:

io scrivo: C’è chi dice che l’Italia sia un paese pieno di distrazioni

lui riscrive: C’è chi dice che l’Italia è un paese pieno di distrazioni

Almeno copiare bene, dai!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Alice, ho scritto anche all'Associazione che pubblica i suoi articoli, il mio messaggio l'hanno visualizzato, ma ancora nessuna risposta. Prevedo - se ci sarà - una risposta del tipo "gli articoli li scriveva una seconda persona a nome del signor C. che è impegnatissimo e bla bla..." °____°

Mr Ink ha detto...

Hai fatto benissimo.
In quanto ai copioni, la cosa che non capisco è una.
Se non si sa cosa dire, perché aprire bocca?
Se non si sa cosa scrivere, perché decidere che quell'argomento va trattato?

Silvia Leggiamo ha detto...

I copioni ci sono sempre stati e sempre ci saranno, io capisco condividere un concetto, fare un post in cui ci si ritrova con il parere di un altro blogger, e capita pure che leggendo una recensione (per fare il caso nostro) ti si imprimi nella mente una frase, un aggettivo particolare, una metafora che poi riprendi involontariamente in un tuo scritto. Però insomma, copia/incolla è un po' troppo.

Mr Ink ha detto...

Con una recensione può capirare senz'altro, ma qui stesso tema, stesse parole o quasi... Non è capitato, no.

Giusy P. ha detto...

Ma Silvia, tu non hai capito. Quelli sono dei (pessimi) saggi brevi U.U solo che non sanno che nei saggi brevi si citano i documenti!
Vado a segnalarli.

Silvia Leggiamo ha detto...

@Giusy P. dici su Gruppi.Chatta?

La libreria di Tessa ha detto...

Sai che sono basita? copia e incolla con nome e cognome del copione in bella vista? ma senza vergogna proprio!!

Silvia Leggiamo ha detto...

e pure foto xD @Tessa!

PattyOnTheRollercoaster ha detto...

Oddeo... un po' triste devo dire.
Quando leggo queste cose spero sempre che il copione di turno venga umiliato in pubblica piazza e additato come essere inferiore u.u si scatena la mia indole malvagia!
Anni fa scrissi una recensione ad una storia che avevano pubblicato su internet e, un paio di anni dopo, scoprii che era stato pubblicato da una casa editrice. Leggendo il retro di copertina, tuttavia, vidi che c'era uno stralcio della mia recensione! -.-' Quello è stato il momento in cui ho deciso che di molte case editrici si può anche fare a meno.

Silvia Leggiamo ha detto...

@Patty sì! Un po' di sana vergogna, invece hanno già tolto l'articolo del signor C. e mi spiace, ma non è quello il punto. Non si alza il tappeto e mette sotto la polvere.

Sai che quella degli stralci di recensione è capitata ad alcune ragazze che conosco e le case editrici hanno detto "ma come? non sei felice? non te l'abbiamo detto per farti una sorpresa" °____° Emh...

Alice ha detto...

Se negli stralci di recensione c'era riportato il nome dell'autrice e/o del blog, mi sembra una bella cosa. Se invece erano riportati senza crediti, allora proprio no. Ma che sorpresa e sorpresa!!! No comment. Sono sempre più allibita.

MissGabrielle ha detto...

A me viene solo da dire una parola dal cuore "Minchia" !!!! Che super faccia tosta ! Hai fatto benissimo a sputtanare la situazione (scusa il linguaggio scurrile ma con questi episodi mi viene spontaneo) , epperòòò dai vedi il lato positivo ...per copiarti vuol dire che scrivi benissimo ;) ti copiano pure i sociologi !!!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Alice non entro nel merito della cosa perché non l'ho seguita in prima persona, a me comunque farebbe piacere saperlo. Metti che ho letto quel libro su una copia arc o in ebook, se nessuno mi avvisa... come lo scopro che sono sulla quarta di un libro x°D

Cmq il signor C. - o chi per lui - ha tolto il link al suo (ovvero mio) post.

Silvia Leggiamo ha detto...

@Gabri x°°°D ma il bello deve ancora venire. Vedrai che faranno finta di niente. Vedrai...
Cmq sì, posso anche sentirmi lusingata, poi faccio 1+1 e penso che di persone così sarà pieno il nostro Paese, e allora mi sale la tristezza :(

Alice ha detto...

@Silvia, sì certo. Almeno due righe "Sai, ti abbiamo pubblicato lì" sarebbero gradite... Ti hanno poi risposto?

Silvia Leggiamo ha detto...

Ha scritto Milocca nei post che ho linkato nel post. Entro sera aggiorno la (deprimente) situazione.

Alice ha detto...

Ho visto... :( Ma che c'è da chiarire? Basta confrontare i due articoli e vedere le date. E' tutto molto chiaro. Avrebbe dovuto scusarsi in primis, e poi chiedere le pubbliche scuse anche da parte del collaboratore. Ma evidentemente la correttezza è merce rara.

Rosaria ha detto...

Grazie intanto per avermi rimandato il link del tuo blog...

Ho letto il tuo ultimo articolo e al di là dello scopiazzamento che trovo davvero infantile non ne capisco l'utilità. Google fa una ricerca sulle parole chiave e sui testi e non indicizzano, non facendoli salire sulle pagine di ricerca.

Insomma, è tutto lavoro sprecato (per loro)...

Silvia Leggiamo ha detto...

@Rosaria... il mondo è pieno di cose senza senso, a volte mi chiedo perché continuo a meravigliarmi che accadono simili "cretinate" se così vogliamo chiamarle.

Alice ha detto...

Oddio... Sto rotolando dal ridere... Mi sono accorta adesso che il Bonaventura ti ha copiata due volte! Due! O dici che la seconda volta si è copiato da solo? Ma soprattutto... Si ricordava di averlo fatto? Hahahaha!!! Sono ridicoli. E le risposte che danno lo dimostrano.

Silvia Leggiamo ha detto...

@Alice sta diventando una comica in effetti e mi fa pensare che ai moderatori poco importi, perché di articoli copiati ce ne sono moltissimi, spesso con il nome dell'autore "vero", ma senza il link della fonte.

Anima Di Libri ha detto...

Ciao complimenti per il blog!!! Mi sono appena iscritta, se vuoi passa da me!!! Baci =D

La Je ha detto...

Da anni sostengo che se non cambiamo mentalità,noi,coralmente,come popolo,questo paese andrà allo sfascio.
E la colpa non sarà di politici,profughi o quant'altro.
La colpa sarà dell'ignoranza,della mancanza di rispetto.
Quello che ti è sucesso potrà sembrare una cosa di poco conto a queste persone.Forse non sanno quanto fa male il furto di un idea,di un pensiero.
Probabilmente perchè non ne possiedono di proprie.
Hai tutta la mia solidarietà.

Ps.
Comunque tu ne esci da gran signora :D

Silvia Leggiamo ha detto...

@La Je quanto hai ragione, e grazie mille per il complimento finale xD
Cmq... magari lo è anche una cosa di piccolo conto, facciamo addirittura finta che lo sia oggettivamente, però fa ridere che provenga da blog/persone che dicono di scrivere e avere uno spazio online per migliorare il nostro Paese. Un applauso alla coerenza x°D

Red_Kedi Noe ha detto...

niente, non riesco a smettere di ridere. Scusa eh, so che in questi casi fa solo rabbia un comportamento di quel tipo ma dopo tutto questo tempo, non mi stupisco più di nulla. Io non mi controllo mai, sono certa di non essere così interessante e quindi sto tranquilla ma per le persone come te.... cribbio, basterebbe poco. Mi piace quello che scrivi? Bene, lo porto da me ma dico che è roba tua. Non ci vedo nulla di macchinoso, nulla di difficile, eppure.... buon dio come siamo messi!

Silvia Leggiamo ha detto...

Ma sì, fa ridere alla fine.
Cmq non pensare che non possano copiare anche un tuo post, intanto non è vero che non sei interessante, e poi la gente ti fregherebbe anche le mutande se potesse. Insomma il mio articolo plagiato non è certo il migliore che abbia scritto. Anzi. E' una considerazione fatta di getto in pausa caffè. Una roba da dieci minuti.
Il sito dell'illustre (?) sociologo cmq ha tolto il post, senza rispondere alla richiesta di un chiarimento (ma in fondo carta canta!), il bello è l'altro blog. Una barzelletta davvero. Anche in quel caso non avrò mai una risposta e gli admin finché l'imputato (l'hanno definito così) non avrà modo di difendersi, non metteranno al post il mio link. Roba da fantascienza x°D Mi dispiace per loro alla fine, si vede che amano fare figure di questo tipo. Potevano cadere in piedi, invece sono proprio rotolati giù dalle scale di cantina.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...