25 ottobre 2014

Recensione, IL MIO SBAGLIO PREFERITO di Chelsea M. Cameron

Dopo Il Tuo Meraviglioso Silenzio era dura trovare un altro romance new adult di tale bellezza e profondità, però qui siamo proprio a livello del nonsense.

Il Mio Sbaglio Preferito di Chelsea M. Cameron

| Harlequin Mondadori, 2014 | pag.396 | € 14,90 | 
- my favourite mistake #1 - goodreads
Fin dal primo incontro, Taylor Caldwell non sa se desidera baciare o prendere a pugni Hunter Zaccadelli, il suo nuovo coinquilino. Da una parte Hunter è un affascinante ragazzo dagli occhi blu, irresistibile e pieno di charme. Dall'altra è il tipico bad boy, con la chitarra sempre in mano e il corpo coperto di tatuaggi. Forse è per questo motivo che Taylor ha paura di innamorarsi di lui, non vuole restare scottata e quindi è necessario che Hunter se ne vada... prima che sia troppo tardi. Anche Hunter ha avuto le sue delusioni e i suoi dolori nel passato, ma Taylor ha una risata così sexy e inoltre non gliene fa passare una liscia! Insomma non può darsi per vinto facilmente e le propone una scommessa: se lei riuscirà a convincerlo che lo odia o lo ama sul serio, lui se ne andrà dall'appartamento, lasciandola finalmente in pace. Ma quando il passato riemerge all'improvviso Taylor deve decidere: fidarsi di Hunter confidandogli il suo segreto più nascosto o fare tutto il possibile per vincere la scommessa e allontanarlo per sempre.

Voto:

Avevo sinceramente voglia di distrarmi con una romantica storia d'amore, sentivo il bisogno di un libro leggero ma non superficiale, passionale ma non erotico, volevo un romance new adult insomma, e la scelta è caduta su Il Mio Sbaglio Preferito di Chelsea Cameron.
Perché quel giorno non ho portato a castrare il gatto, non lo so... (il gatto però ringrazia).

Trama. Sempre la stessa, ma non è che questo sia un problema, ormai lo sanno tutti che il risultato di un buon libro è nelle sapienti mani dell'autore che dovrebbe renderlo accattivante e coinvolgente a prescindere dalla storia. Lo stile è spesso l'arma vincente e se i personaggi bucano le pagine allora il gioco è fatto. Be', vi dico subito che le pagine della mia copia sono perfettamente integre u.u
Non mi soffermo troppo sullo stile perché forse ha risentito della traduzione, ma in caso contrario potrei solo definirlo abbozzato, inconcludente, confusionario. A vole la storia manca addirittura di una continuity logica (tanto per fare un esempio all'inizio del libro i letti della stanza dei protagonisti sono a soppalco, poi improvvisamente no...) e la cosa mi ha lasciato leggermente interdetta.
Soffermiamoci invece sui protagonisti, due giovani abbandonati a loro stessi e alla fantasia di un'autrice con poche idee e poco chiare.

Taylor è la solita ragazza che odia gli uomini (difficilissimo indovinare il motivo!), studia alla Facoltà di Femminismo e Condizione Femminile (ma esiste sta roba?) e un bel giorno si ritrova a dover dividere la camera con Hunter Zaccadelli uno studente di Economia. Lo odia da subito e nel giro di poche ore l'ha già ricoperto di insulti e messo al tappeto con un cazzotto e una ginocchiata nelle palle. Lui sembra divertirsi da morire...
«Serve aiuto?» chiese Hunter.
«Ti sembra di sì?»
«A dire il vero, no. Ma mi sarei sentito una merda se non te l’avessi chiesto.»
«Sei comunque una merda.» Annuì e tornò a giocare. Era maturo per un altro pugno.
Essendo Taylor la voce narrante, e non riuscendo a giustificare i suoi modi da pescivendola (e mi scusino tutti i venditori di pesce), ho fatto una fatica incredibile a comprenderla e se devo dirvi la verità... alla fine non ci sono nemmeno riuscita. Va bene avere della rabbia repressa, ma sfogala quando c'è un motivo ragazza mia, non trasformarti in una sorta di Godzilla che fa a pezzi tutto quello che incontra senza aver chiarito il perché. Manda dei segnali, fatti due ragionamenti mentali, parla col lettore.
Non che Hunter se la passi meglio, anche lui è un altro bel punto interrogativo.

Nota: I commenti rilasciati a questo post, saranno visibili anche nella pagina del sito dedicata alla recensione.

14 commenti:

Giusy P. ha detto...

Okay, non lo leggo più LOL
mi hai fatta morire dal ridere ahahah

Silvia Leggiamo ha detto...

@Giusy P.
Ma no, leggilo, magari a te piace, io con questi libri divento iper critica!

Anonimo ha detto...

Meno male stavolta evito la solita incazzatura e non lo inizio nemmeno! Devo dire che le tue recensioni negative mi divertono, ma ultimamente con jamie che mi ha abbandonato fino ad aprile e le ultime letture che mi hanno solo deluso è un brutto momento...me tristeeeee!

Marta

Lady Debora ha detto...

Sei fantastica Silvia lasciatelo dire ahahahahhahaha mi sto ancora rotolando dalle risate sulla sedia!!! Ahahhahaa XD e pensare che non vedevo l'ora di leggerlo... per carità sta bene dove sta!!

Lara ha detto...

mi hai fatto rotolare dalle risate con questa recensione!!! o forse sono rotolata per gli estratti! hai ragione anche io pregavo per un uomo nudo nel letto accanto a me mentre studiavo dalle suore ;P avevo letto recensioni positive ma adesso mi devo ricredere! Un altro New Adult molto young!

Mr Ink ha detto...

Gesù mio D:
Io ci abbinerei la Like a virgin di Suor Cristina, come sai.
Ps. L'hai fatta sentire a Marito?!

lucrezia S. ha detto...

Eccomi, il libro l'ho letto ma non volevo essere la solita spaccapalle della situazione e mi sono tenuta il giudizio per me. Concordo su TUTTO! L'unica cosa che mi sento di salvare sono giusto qualche battuta, pure simpatica, tra i due protagonisti ma solo nella parte iniziale, perchè dalla seconda il latte alle ginocchia. Troppa carne al fuoco, secondo me, e poi cose che non stanno nè in cielo nè in terra...

Silvia Leggiamo ha detto...

@Marta
Marta pure io non è che mi stia imbattendo in chissà quali letture. Capita purtroppo -_-

@Lady Debora
Se vuoi toglierti lo sfizio puoi sempre prenderlo in ebook o in biblio!

@Lara
Ecco, io vorrei che qualche anima pia che l'ha letto e capito, mi spiegasse il titolo xD *me tonta*
Cmq sinceramente... può piacere, ognuno ha i suoi gusti... ma certi difetti sono oggettivi :/

@Mr Ink
Dopo la fase di fanmen (ma si dice?) durante the Voice, adesso di Suor Cristina gliene frega zero u.u

@Lucrezia S.
Ma no, non sei scassapalle, dici solo quello che pensi.
Cmq sì, è tutto molto esagerato. La protagonista poi... insomma tra i due secondo me quello che ha subito un vero trauma è Hunter, mica Taylor. Eppure lui è solare e scherzoso, lei incazzata e aggressiva. Ne avrei da dire, ma poi divento noiosa ^^

Giada ha detto...

Adoro le recensioni in cui prendi il libro e lo riduci in tanti piccoli pezzettini. Hai ragione su ogni cosa e anzi sei stata anche buona, almeno lo hai finito. Io non sono riuscita ad andare oltre pagina 100. Ultimamente mi capita sempre più spesso di dover abbandonare i libri a metà lettura, ma davvero pubblicano delle schifezze! Voglio un bel librooo T____T

Miraphora ha detto...

Ma come? Una protagonista così amorevole, simpatica, coerente...una perla rarissima! X°°°D

Silvia Leggiamo ha detto...

piacevole come l'herpes!

Vanessa ha detto...

Io questo genere non lo reggo in generale, cioè non me n'è piaciuto neanche uno di quelli che ho letto, ma le recensioni che li affossano le adoro x°°D

Daniela Young ha detto...

OMG.
Mi hai fatto troppo ridere, troppo.
A-Adesso mi voglio iscrivere anche io alla facoltà di femminismo, andrò a documentarmi (credici)
B-Non esiste, non esiste proprio che un'autrice copi in maniera spudorata le parole del nostro piccolo Jamie. Ma poi, vuoi paragonare? Da una parte c'è na femminista ingrifata, dall'altra c'è uno scozzesone virile, coraggioso e tanto testardo quanto sexy.
nononono, non accetto proprio.

Ma infatti è questo il motivo per cui io non mi avvicino mai a libri di questo genere. Già la copertina o addirittura solo il carattere del titolo sembrano gridare ''sesso gratis dopo 50 pagine ed incoerenza gratis sin dalla prima frase''!

Però devo dire che questi libri sono utilissimi per farsi delle grasse risate. Quando uno è di malumore, SBEM, prende uno di questi libri e vede che c'è qualcuno che sta peggio di lui.

No seriamente, mi hai fatto morire dalle risate.
Ho amato la tua recensione!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Vanessa

@Daniela
Io invece li inizio con le migliori intenzioni, adoro le storie d'amore e forse proprio perché non appartengo più alla fascia di protagoniste new adult, mi piace anche fare un tuffo nel passato.
Peccato che se ne salvi uno su dieci... u.u e questa cosa mi fa incazzare parecchio x°°D
Cmq meglio prenderla con filosofia e farsi due risate :P

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...