16 maggio 2016

Weekly Recap #143

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma. Sostituisce In My Mailbox.

Buonasera a tutti!
Oggi giornata di recap, così facciamo quattro chiacchiere tra amici ^_^
Ho un po' di cose di cui ciarlare e probabilmente non riuscirò a dirvi tutto quello che mi frulla in testa, ma intanto partiamo... e direi di partire dalle new entry.

New Entry


Il romanzo più atteso, desiderato, agognato, bramato, insomma, quello su cui ho sbavato ogni singolo minuto, dal momento in cui ne hanno annunciato la pubblicazione a quello in cui l'ho stretto tra le mani, credo lo sappiate tutti, è Una Valigia Piena di Sogni di Paullina Simons.
E' anche il libro che ho in lettura e sono circa a metà... volete sapere cosa ne penso finora? Mhh... no che non lo volete sapere. Ho detto no. Fidatevi. Non. Lo. Volete. Sapere.
Va bene, ve lo dico u.u
Premettendo che è scritto bene, che la penna della Simons è sempre curatissima, che le pagine scorrono via senza particolare noia... mi duole dirlo, ma al momento è anni luce lontano da quel capolavoro che è Il Cavaliere d'Inverno. E giuro, piuttosto che scrivere una cosa del genere preferirei prendere una porta in faccia, mi sento come se stessi tradendo la mia autrice preferita, ma a pensarci bene è lei che mi ha tradito :( Insomma, in un romanzo di oltre cinquecento pagine può succedere ancora di tutto e la mia opinione si potrebbe ribaltare completamente, ma al momento il mio pensiero è questo. Spero tanto, tanto, tanto di sbagliarmi.

Passiamo oltre. Le altre nuove entrate, oltre che prossime letture, sono Lost Star di Claudia Gray e Dentro Soffia il Vento di Francesca Diotallevi. Il romanzo di Francesca in realtà l'ho letto l'anno scorso mentre era in fase di stesura, ma per recensirlo come si deve voglio riassaporarlo pagina per pagina. Che dirvi, è un titolo Neri Pozza 100%. Delicato, elegante, ricercato <3

Ringraziamenti "Dentro Soffia il Vento"

Mi sono anche un po' commossa quando nei ringraziamenti ho letto il mio nome. Fra'.. non dovevi <3 Tra l'altro quella prima stesura di cui parli io l'adoravo (tu no, lo so xD), ricordo benissimo quando la protagonista non si chiamava Fiamma ma Ester e invece di fare "magie" nei boschi, ballava ed era sposata con Raphael...

Di Lost Star vi avevo già  parlato nel post con le uscite del mese, ed è il classico titolo che fa scalpitare la fangirl che è il me. Un romanzo "ufficiale" di star wars è quello che mi ci vuole, non vedo l'ora di viaggiare alla velocità della luce, di impugnare una spada laser, di incontrare uno jedi e combattere contro l'Impero. Prevedo lacrime e sangue, prevedo anche un finale tristissimo visto che in quarta copertina vengono citati Romeo e Giulietta, ma guerre stellari non ci ha mai abituati agli happy end, bensì ai finali epici. E va bene così.

Ultimo romanzo, recuperato tramite uno scambio, è Vango - un principe senza regno - di Timothée de Fombelle.
Purtroppo questo è il secondo libro di una duologia su cui ho messo gli occhi da secoli, ma di cui mi manca ancora il primo volume. Se qualcuno ce l'ha ed è interessato a uno scambio, io sono qua! :)

Le Mie Letture

  

Velocissimo recap delle mie ultime letture.
De La Morte delle Api di Lisa O'Donnell parlerò presto nella rubrica "recensioni in pillole", ma su Facebook già vi avevo anticipato qualcosa, giusto per farvi capire quanto questo romanzo, nonostante le apparenze, sia pieno di veleno.
Racconta la storia di due sorelle che seppelliscono i genitori in giardino per evitare che gli assistenti sociali le separino. Mentalmente ringraziano la madre per essersi impiccata nel capanno e maledicono il padre per essere schiattato in camera da letto; portare un cadavere giù per le scale non è affatto semplice. Tirano avanti con un po' di sesso a pagamento e qualche traffico illecito, ma l'aiuto di un anziano vicino omosessuale sarà determinante.
Un titolo traboccante di cattiveria, rabbia, ironia e rassegnazione. Da leggere.

Lei Che Ama Solo Me di Mark Edwards l'ho già recensito (qui) ed è un thriller che mi ha tenuto compagnia in modo piacevole e intrigante. Forever invece (recensito qui) è stato una mezza delusione. Personaggi poco approfonditi, ambientazione tratteggiata per sommi capi, pathos quasi del tutto inesistente. Sigh... 

  

Room, pubblicato in precedenza con il titolo (bellissimo) Stanza, Letto, Armadio, Specchio, l'ho letteralmente divorato. Delicatissimo e commovente. Il piccolo Jack, che non conosce il male e non sa cosa sia la cattiveria, ci racconta una favola di amore assoluto e condivisione totale, ma tra le righe c'è l'orrore della prigionia e la violenza di un uomo su una donna. Recensito qui.

La Ragazza del 6E, qui la recensione, l'ho assolutamente promosso per lo stile di Alessandra Torre, molto meno per la storia dichiaratamente scopiazzata da Dexter. Ma il problema non è questo, il problema è che tutti gli eccessi scritti e ripetuti dopo un po' vengono a noia, e il giallo non prende come dovrebbe. 
E per finire Una Valigia Piena di Sogni di cui vi ho già anticipato qualcosa sopra. Restate sintonizzati che a breve lo recensirò... intanto tengo le dita incrociate, fatelo anche voi, capito?!?!?!?

Cosa mi sono vista

  

Chernobyl Diaries e the Visit sono i due film horror più inutili della storia del cinema.
Del primo salvo solo la fedelissima ricostruzione della città di Pryp'jat', tutto il resto è fuffa! Zero suspense, zero, splatter, zero effetti speciali, zero su tutti i fronti.
Del secondo salvo la nonna pazza scimunita e basta. Credo che M. Night Shyamalan dopo il successo de Il Sesto Senso si sia bevuto il cervello e probabilmente non si riprenderà mai più. Quindi è meglio che ci metta una bella croce, su di lui e sui suoi film.
Che dire invece di Nonno Scatenato? Bah... ne avrei fatto a meno se non fosse stato per Robert De Niro che è bravo pure quando deve fare il cretino e a sorpresa con Zac Efron forma un duo quasi decente, ma il film è quello che è, una specie di cinepanettone americano, piego di stupidaggini e allusioni sessuali.

  

Room l'ho visto il giorno dopo aver finito il romanzo. Meritatissimo l'oscar a Brie Larson, ma cosa non è Jacob Tremblay? Un piccolo divo, un talento da pelle d'oca, un cucciolo d'uomo in grado di risvegliare l'istinto materno di qualsiasi donna.
Vorrei fare un post Libro VS Film, ma posso già dirlo, qui non ci saranno né vincitori né vinti; libro e film finiranno con un bel pareggio!
Ho fatto anche un tuffo nel passato con un thriller del 1987, Il Patrigno. Io vado letteralmente fuori di testa per questi cult un po' datati, e devo dire che solo la scena d'apertura vale l'intera pellicola. Se amate la suspense e le storie ispirate a fatti di cronaca... be', recuperatelo!
E per finire, ho chiuso la settimana in bellezza con Titanic. Gente, mi serve un'esorcista, perché, giuro, non lo volevo rivedere, ma mi è bastato un fotogramma che il mio cuore ha fatto crack e non sono più riuscita a cambiare canale. Tra l'altro, ogni santa volta piango come una fontana! Uffa! Mi odio da sola! Voglio un epilogo alternativo in cui Jack non crepa. Ecco u.u

Alla prossima

15 commenti:

Mr Ink ha detto...

Titanic, con Jack salvo, nessuno se lo ricorderebbe :-P
I film, a parte Chernobyl che devo aver rimosso, li ho visti.
Sboccato ma simpatico il Nonno zozzone, invece a sorpresa l'ultimo di Shyamalan (sarà che le sue recenti atrocità te le sei perse) l'ho trovato tenero, citazionista e molto ironico. Bimbo odioso a parte. Per fortuna, si compensa con l'adorabile Jack.
Dei romanzi, ti dicevo, mi ispira il Newton e di quello di Francesca, eh, voglio anch'io l'edizione bella, nonostante la mia bozza sia uscita sana e salva dalla fine della lettura. Io sto leggendo Basile (Garzanti) e ho visto il sequel di Cloverfield, incensato ma per me abbastanza scarso; Colonia, film storico sulla dittatura in Cile che, da metà in poi, si rivela un thriller al cardiopalma, e pensare che tutto (o quasi) è vero!

Silvia Leggiamo ha detto...

ma voglio solo il finale alternativo... tipo ester egg del dvd, come se fosse un premio di consolazione T___T
Il libro Newton ti piacerebbe da pazzi, invece devo segnalare Colonia a Gianfranco, secondo me è il suo genere ;)

Giusy P. ha detto...

Ho letto metà di Lost Stars e mi è piaciuto. Adesso sono ferma a causa di un blocco,ma conto di riprenderlo presto!!
Dentro soffia il vento mi ispira parecchio *-*

Anonimo ha detto...

Inizio a preoccuparmi. Non mi aspettavo un libro di pari livello al Cavaliere, ma comunque avevo (ho) aspettative altissime.
Dai... se sei a metà può ancora succedere di tutto!
Romina

Rosa C. ha detto...

Uhm, anche io avevo qualche dubbio sul nuovo arrivato di Paullina Simons, ma mi sono zittita per scaramanzia. Speriamo bene dai ç_ç Invece io ho trovato molto bello il romanzo di Alessandra Torre (ma devo anche ammettere che a me il Dexter letterario non ha fatto impazzire per nulla U.U).

Silvia Leggiamo ha detto...

@Giusy P.
Il libro di Claudia Gray è uno dei prossimi e già non sto più nella pelle!
Dentro Soffia il Vento non posso che consigliarlo. Se hai già letto qualcosa di Francesca e ti piace come scrive sai già cosa aspettarti, almeno in parte :)

@Romina
Sì, sono fiduciosa... più o meno :/

@Rosa C.
Un'amica l'altro giorno mi ha detto "Forse c'era un motivo se non pubblicavano più la Simons" xDDD
Della Torre leggerò altro perché come ho detto il suo stile mi è piaciuto molto, è stata proprio la storia a non prendermi, ma va be', de gustibus ;)

valentina ha detto...

Io la Simons la sto aspettando con ansia,ma ammetto di temere il momento in cui potrò leggerlo, perché le mie aspettative sono altissime, così come penso lo siano per tutte le fan...

Tinetta ha detto...

Io non so se leggerlo quello di Paullina, voglio lasciarla là, nell'Olimpo XD e ho pura che con questo... mmmh.
Di certo invece recupererò Dentro soffia il vento, che, tra l'altro, ha una cover bellissima!

Emy ha detto...

Sono molto attratta da Lost Stars, Dentro soffia il vento e La morte delle api, quindi aspetterò con curiosità le tue recensioni.
M. Night Shyamalan ha dato il meglio con Il sesto senso e Signs, che ho adorato. Dopo il mio gradimento è calato di film in film e ad un certo punto ho smesso di vederli.
Il finale alternativo di Titanic sono anni che l'aspetto pure io. Mi accontenterei anche una graphic novel :)



Silvia Leggiamo ha detto...

@valentina
sì, avevo aspettative altissime, ma adesso devo macinare le parole giuste per parlarne. Probabilmente farò due post, uno con la recensione, uno pieno di spoiler per parlare di com'è collegato alla saga del Cavaliere. <3

@Tinetta
Nell'olimpo resterà comunque per aver scritto IL libro e LA storia d'amore!

@Emy
Vero??? Allora non sono l'unica! Dai, un finale alternativo ci sta, giusto per coccolarsi ogni tanto, una specie di sliding doors 20 anni dopo. Lo pretendo, uffa!!!!!

valentina ha detto...

Non vedo l'ora di leggerla Silvia! Tra l'altro io ti ho scoperta proprio appena finito di leggere il cavaliere, cercando ossessivente in giro su internet gente che lo avesse amato come me e da allora ti seguo sempre ☺ io Purtroppo leggo solo su Kindle e in ebook esce domani, l'attesa sembra non finire mai

Silvia Leggiamo ha detto...

@valentina sono troppo curiosa di sapere cosa ne penserai. Devo ammettere che dopo l'iniziale frustrazione che ho esternato qui nel post, arrivata all'ultima pagina le cose sono un po' cambiate. Ok, non è assolutamente al pari del Cavaliere, però a un certo punto ha quella passione struggente e quel dolore lancinante che solo la Simons sa trasmettere.

Nick Parisi. ha detto...

Belle segnalazioni, in particolare m'interessa "Lost Star", per motivi di antica passione fantascientifica.
Ciao.

valentina ha detto...

Penso che raggiungere il livello del cavaliere sia praticamente impossibile, quello per me sta in cima all'olimpo dei libri!!! Lo inizio adesso comunque ☺

daydream ha detto...

Mi fiondo a leggere la tua recensione per "Room" *o* volevo andare a vedere il film al cinema, ma alla fine ho preferito aspettare... prima voglio leggere il libro, non ci sono cazzi v_v
Per "La morte delle api" allora attendo la tua recensione per esteso... ma come ti dicevo su facebook, mi ispira da matti :D
Uhm invece per "Forever" ho letto opinioni contrastanti, ma mi fido abbastanza di te, dunque mi sa che passerò °-°
"Titanic" vorrei rivederlo XD non lo guardo da millanta anni!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...