17 aprile 2013

Biblioteche mobili alle fermate dei bus!

Io sono una grande frequentatrice di mezzi di trasporto, perché abitando fuori città prendo la corriera per andare al lavoro e per tornare a casa. La cosa non mi pesa assolutamente, per me è l'occasione giusta per leggere in santa pace: ho circa un'ora e mezza tutta per me!
Ovviamente mi capita di sbirciare cosa fanno gli altri passeggeri e la maggior parte sono attaccati ai telefonini, ai lettori mp3, o ai tablet, pronti a smanettare già alle 7 del mattino (una volta ho beccato una con: musica nelle orecchie, palmare in mano con cui chattava e nei tempi morti si dava pure lo smalto!). Come facciano per me è un mistero.
Quando per caso in Internet ho visto questa foto ho pensato solo una cosa: la vooogliooo!


La voglio nel mio paesello, anzi no, la voglio in tutti i paeselli e province d'Italia! Voglio che sostituiscano tutte le pensiline degli autobus (che tra l'altro 9 su 10 sono scassate e non ti riparano manco dalla pioggia) con queste!
Ma vi pare che mi ritrovo a invidiare Paesi che saranno anche tecnologicamente più indietro di noi, ma quanto sono più avanti in altre cose? Questa libreria mobile infatti si trova alla fermata dell'autobus di una cittadina della Colombia e ne esistono moltissime a Bogotà. Addirittura ce ne sono circa un centinaio dislocate nei Parchi Pubblici.
Ecco, io le voglio. Lo so che da noi - tempo tre giorni - e ce le bruciano, saccheggiano, distruggono, ma non varrebbe la pena rischiare?
Magari un giorno c'è chi si dimentica telefono o palmare e in mancanza d'altro, per ammazzare il tempo, si trova costretto a ripiegare su un libro. E magari scopre che gli piace pure!
Che dite? Sono un'illusa vero?!

5 commenti:

Aryanne ha detto...

Sarebbe veramente bello perché molte persone e ragazzine in particolare non riescono a leggere quanto vorrebbero e andare sempre in biblioteca è difficile per chi non abita in città. Sarebbe un ottima soluzione questa ma hai ragione tu che in un paio di giorni gli darebbero fuoco! Anche alla mia facoltà hanno provato a fare un iniziativa del genere ovvero in ogni dislocamento sia a Rimini che Cesena, Forli e Bologna hanno messo degli scaffali con dei libri che i ragazzi potevano prendere e addirittura potevano aggiungere i loro..a parte i libri del seicento che hanno aggiunto loro il risultato finale ad un anno dall'iniziativa è stato la sparizione di tutti i libri perché tutti li prendevano e li tenevano a casa propria... Purtroppo è così in Italia....

Angela ha detto...

questa l'aveva adocchiata anche io ma ahimè... nella mia città sopravviverebbe una notte.... il giorno dopo non so cosa ne resterebbe :((

Seleny Luna ha detto...

sarebbe fantastico!!!^_anch io vorrei che qui in italia ci fosse...sarebbe davvero una gran bela idea....invoglierebbe molte persone che non leggono molto a farlo!!^_..peccato che qui davvero non resisterebbe...

Emy ha detto...

Anch'io utilizzo spesso i mezzi pubblici e sarebbe fantastico avere queste biblioteche alle fermate, ma - com'è già stato detto nei commenti precedenti - durerebbero davvero poco, vista la natura distruttiva di molta gente.
Però è bello illudersi un po' ^_^

Silvia Leggiamo ha detto...

Io però in provincia proverei, magari sulle corriere e non sugli autobus di linea solo urbana. In fondo solo chi macina un po' di km può aver tempo di leggere. E in provincia c'è ancora un po' più di civiltà...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...