13 dicembre 2013

Recensione, Non Cercarmi Mai Più di Emma Chase

Buonasera a tutti, è un po' tardi per i miei canoni, ma domani sarò assente per buona parte della giornata, probabilmente Weekly Recap slitterà, e così ho pensato di pubblicare la recensione di un libro che sta riscuotendo un enorme successo... e che non mi è piaciuto. Cose che capitano...
Ovviamente potete commentare difendendo il romanzo, quella sotto riportata è solo la mia verità... ma il mondo è bello perché è vario, e io sono sempre aperta a qualsiasi sano confronto. Dove ho messo il lanciarazzi?

Recensione V.M. 18

Tangled di Emma Chase

| Newton Compton, 2013 | pag. 286 | € 9,90 | trilogia tangled #1 |
Drew Evans è bello e arrogante, fa affari multimilionari nella società di famiglia e seduce le donne più belle di New York con un semplice sorriso. Allora perché è stato per sette giorni con le imposte chiuse nel suo appartamento, triste e depresso? Lui risponderebbe che è colpa dell'influenza. Ma noi tutti sappiamo che non è proprio la verità. Katherine Brooks è brillante, bella e ambiziosa. Quando Kate viene assunta come nuova associata presso l'impresa di investimento bancario del padre di Drew, il focoso playboy entra in tilt. La competizione professionale che si stabilisce tra i due mette in crisi Drew, l'attrazione per lei è fonte di distrazione.

Voto:
 

Per Goodreads "MIGLIOR ESORDIO DELL'ANNO"
"Il 97% delle lettrici americane ha amato questo libro" 

Grazie a questo romanzo ho capito una cosa. Indipendentemente dal libro che si legge qualcosa la s'impara sempre, e personalmente sono giunta a due conclusioni:
1) devo iniziare a diffidare di Goodreads.
2) ho i gusti del 3% delle lettrici americane.

Senza girarci troppo intorno Non Cercarmi Mai Più che mi fai un favore, non m'è piaciuto. Ci ho provato, mi sono impegnata, l'ho iniziato con le migliori intenzioni, ma non solo non è scattata nessuna scintilla, ma il protagonista della Chase mi ha proprio irritata. Egoista, egocentrico, viziato, si racconta alle donne (perché solo a lettrici poi? I lettori dove li mettiamo?) snocciolando verità da due soldi come se fossero perle di alta filosofia, ma in realtà Drew Evans è credibile quanto Rocco di Zelig.

 

"Non Cercarmi Mai Più" si differenzia dagli altri erotici usciti finora (vedi 50 Sfumature o Beautiful Bastard) perché viene narrato dal punto di vista maschile. Una figata, vero? Be sì, lo pensavo anch'io, finalmente qualcosa di nuovo, finalmente un po' d'originalità, ma vi assicuro che il prototipo di maschio arrapato e sciupafemmine peggio di così non poteva venire descritto.
Drew è odioso. Si fa le donne con la stessa frequenza con cui si lava i denti, sottolinea più volte di non doversi prendere nemmeno il disturbo di corteggiarle perché gli basta un'occhiata e loro sono già pronte a gambe aperte, e si loda di continuo "sono bello, sono intelligente, sono un vincente... e bla bla blaaaa". Drew ha lo spessore di un sottobicchiere, è svilente sotto ogni punto di vista, per non parlare poi dell'universo femminile che lo circonda e che ci racconta: pietoso.
Ma veniamo alla nota dolente. Drew non è il macho che l'autrice vuol farci credere. Sarà anche un gran puttaniere che parla come uno scaricatore di porto, ma alla Chase a volte sfugge la situazione di mano, e quando capita Drew inizia a ragionare come una donna e a comportarsi come una checca isterica.
» continua a leggere sul sito

Acquista su Amazon


Nota: I commenti rilasciati a questo post, saranno visibili anche nella pagina del sito dedicata alla recensione.

31 commenti:

Giada ha detto...

Il libro non mi ha mai ispirato, nonostante rappresentasse una novità. Forse dopo le delusioni di libri come 50 sfunature e Beautiful Bastard dal successo discutibile oltre che incomprensibile, mi fido molto poco delle recensioni. La tua invece non ha fatto altro che confermare quello che già sospettavo. Ma per non dire che critico senza nemmeno sapere di cosa parlo, gli darò una possibilità. Non so in quale tempo, in quale luogo, né in quale vita...

Rita ha detto...

Sei simpatica e divertente anche quando demolisci i libri, il libro l'ho iniziato per curiosità, non so ancora che voto potrò darci, ma per quanto leggero non mi sembra una storia da 5 stelle e forse nemmeno da 4.
E dopo quello che hai scritto non posso che darti ragione. Guarderò Drew con altri occhi... povera me!

Stefy ha detto...

Di questo libro ho letto una recensione a 5 stelle e ora la tua... dopo aver perso tempo a leggere le 50 sfumature, credo che questo lo eviterò...
Devo dire che in America pubblicano qualsiasi cosa e subito diventa un best seller! Mah!!
Ciao.

Agave ha detto...

Recensione lucida e divertentissima!
Un maschio alfa che ragiona come una donna? E tutte le donne che gli muoiono dietro? No, no, e NO.

Non ho la minima idea di leggere questo libro (anche perché, dopo le tremende sfumature, rabbrividisco ogni volta che sento la parola "best-seller" associata a "erotico").

Anonimo ha detto...

Ti avevo detto che avrei proseguito il libro, nonostante il protagonista ragionasse da checca, perchè avevo bisogno di una lettura leggera!
Ok, dopo la tua recensione ho deciso che lo abbandono, già non mi aveva convinto fin dalle prime pagine, ma dopo questa recensione meravigliosa (non per il libro ma per le risate che mi sono fatta!) lascio perdere.

Ho le tue stesse perplessità: forse sono io che non capisco certi "libri", forse ho dei limiti, ma mi faccio serie domande sulla capacità di giudizio di chi lo ha letto, perchè per diventare un best seller...

p.s. il mio gestore internet mi blocca il blog come non sicuro...come mai?
Sei stata censurata per la tua ONESTA'? ;)

Marta


Giusy P. ha detto...

AHAHAHAHAHAHAHAH bellissima recensione, mi hai fatto morire dal ridere xD io l'ho finito ieri!
Sono d'accordo con te su tutto, però devo dire che gli assegnerò 3/5 solo perché mi ha fatto morire dal ridereXD

Emy ha detto...

Pensavo di snobbarlo per via della trama trita e ritrita, poi alcune recensioni positive e la faccenda del pov maschile mi hanno piuttosto incuriosita, e ora arrivi tu con la tua stroncatura...che fare? Penso che lo leggerò, magari per capire se faccio parte anch'io di quel 3% ^_^

Silvia Leggiamo ha detto...

@Giada
Ho capito. Non sarà questa vita xD

@Rita
Grazie Rita, sono dell'idea che se devo criticare un libro tanto vale riderci su, l'acidume mi piace poco, anche se mi può capitare di mangiare yugurt scaduto a colazione :P

@Stefy
In effetti oggi la parola "best seller" viene detta e scritta con tanta facilità. Ultimamente molti fenomeni nascono dal tam tam dei lettori, in teoria dovrebbero anche essere più affidabili, ma per ora non mi ci sono ancora ritrovata in questo genere :(

@Agave
50 sfumature a mio avviso è peggio comunque :P

@Marta
Dopo la metà qualcosa migliora, ma il passaggio "puttaniere"/"fidanzato ideale" non mi ha convinto. Per me Drew è il tipico uomo (??) che nemmeno la penna di un'autrice può cambiare. Ci hai dato quel dna? Ormai è fatta.
E per il genere... sì, forse siamo noi. Nonostante qualcosa ci attiri, milioni di cose ci respingono xD
P.S. Come ti blocca??? Noooo. Cosa faccio se perdo una delle mie lettrici più fedeli?

@Giusy P.
Se lo trovavo sullo scaffale dei libri comici potevo pensare pure io di darci 3 stelline e per alcuni versi la sufficienza l'ha quasi sfiorata... ma su certe cose non sono proprio riuscita a sorvolare. I pensieri di Drew sono assurdi °___° è cretino, bipolare, insensibile, deficiente, maschilista, bastardo, stronzo... e poi MAGIA, cambia. Arriva la fata madrina e lui diventa il principe azzurro che per lei rinuncia a tutto tranne che a dire "scopare". E' un verbo che gli piace troppo. -__-
Il seguito è raccontato da Kate, sarei curiosa di sapere

@Emy
Ceeerto, è importante capire in quale % si rientra. ^__^

Cristina Lee ha detto...

Io non ero ispirata nell'acquisto, perché dopo le Sfumature cerco di stare alla larga da quello che definisco un erotico bestseller. Poi lessi una recensione da 5 stelle e pensai boh, dargli una chance? Letta la tua recensione inizio a ricredermi, però mi hai fatta sbellicare dalle risate ahah

Anonimo ha detto...

Tranquilla ho già risolto...cambiando gestore...scherzo, cmq ho risolto!

Marta

Silvia Leggiamo ha detto...

@Cristina Lee
50 Sfumature per me aveva il grandissimo difetto di volersi prendere sul serio e di non averne proprio le possibilità.
La Chase almeno vuol far ridere, è vero che probabilmente lo fa anche quando non è nelle sue intenzioni, però alla fin fine s'è meritata mezzo voto in più della James.
O forse è che siamo sotto Natale e mi sento più buona :P

@Marta
Ahahahahaha :D che mito!

Giusy P. ha detto...

Infatti, pensa sempre a scopare. Questo suo amore io non l'ho proprio capito -_- pure io mi sono lasciata convincere dalle 5 stelline di una recensione! Assurdo! Già 3 mi sembrano troppe xD

Silvia Leggiamo ha detto...

@Giusy P.
Sì ha un po' il chiodo fisso :P penso che sia stato l'escamotage dell'autrice per farlo sembrare macho, peccato che si più cervellotico di una donna durante il ciclo.
Ecco poi vorrei che qualcuno mi spiegasse perché si rivolge sempre al gentil sesso? Qualcuno l'ha capito?

Cristina Lee ha detto...

Guarda, per me le Sfumature andavano benissimo anche racchiuse in un racconto a volume unico! Forse forse avrei chiuso meglio un occhio, per il fatto che è stata una lettura "novità".
Già il fatto che la Chase abbia inserito un lato ironico è qualcosa xD
Comuuunque se prima mi ispirava ora boh, almeno il prezzo è abbordabile

Marianna ha detto...

Nooooo, non potrò più leggere il libro o ad ogni pagina vedrò Rocco xD Troppo forte però!

(sono una lettrice del tuo blog molto anonima perchè non commento mai, ma mi ritrovo molto coi tuoi gusti, anche a me piace leggere romance, thriller, narrativa. Un po' di tutto, diciamo che non sono una lettrice schizzinosa)

Silvia Leggiamo ha detto...

@Cristina Lee
Sono d'accordo 50 sfumature è troppo lungo, e anche se non sembra lo dico sempre: io non ho niente contro questo genere di libri. Non sono così masochista da iniziarli sapendo che non mi piaceranno, e se avessi la palla di vetro leggerei solo libri da 4 o 5 stelle.
Però, porca miseria, ho trovato troppi difetti. O sono scritti coi piedi, o sembrano il kamasutra romanzato, o sono poco credibili le dinamiche dell'innamoramento.

@Marianna
La filosofia di Rocco rispecchia in pieno quella di Drew xD

Cmq ti ringrazio per seguirmi, le lettrici anonime sono indispensabili e fondamentali, lo penso fermamente ^^
E mi piace riconoscermi nella categoria di lettrici "non schizzinose"

Alice ha detto...

La tua recensione mi ha fatto morire dal ridere e una volta ancora sono d'accordo con te. Ho notato le stesse cose (soprattutto il Gere figo!!!). Però ammetto che il libro mi ha divertito. Quando ho accettato che il protagonista era una macchietta e non un personaggio "vero", me lo sono goduto per quello che era. Una storia simil-comica senza pretese. Ma il seguito no, ti prego.....
Ciao!
Alice

Silvia Leggiamo ha detto...

@Alice
Infatti l'ho premiato di mezza stellina in più proprio perché non si prende sul serio, è il suo pregio e gliene voglio dare atto. Però questo sodalizio tra comicità, passione, erotismo... boh mi ha convinto il giusto, sicuramente il mio problema è stato proprio Drew, altrimenti il romanzo sarebbe risultato decisamente migliore rispetto a titoli come 50 Sfumature o Beautiful Bastard. Dovevo solo accettare questa macchietta di personaggio come hai fatto tu e divertirmi. E' colpa sicuramente di tutti i romance che ho letto, ormai il mio lato romantico prevale su tutto ^^

MissGabrielle ha detto...

Silvia ho le lacrime agli occhi, la tosse e a momenti mi scappa la pipì dalle troppe risate !
Uahu a me le tue recensioni "cattive" hanno un effetto strambo, mi fanno venir voglia di leggere i libri per vederli attraverso i tuoi occhi e ridere !
Però devo ammettere che mi salvi dallo spendere soldi inutili,infatti se leggerò questo libro sarà solo perché lo prenderò in biblioteca, non ci spenderei soldi !
Il mio portafoglio ti ringrazia vivamente ;)
Drew/Rocco è strepitoso !!!!! X)
Un abbraccio forte
Gabri

Silvia Leggiamo ha detto...

:P
Sono buona sotto sotto, le recensioni "cattive" non mi piacciono, non quando un romanzo mi offre su un piatto d'argento l'accoppiata Rocco/Drew xD

Mr Ink ha detto...

Ho letto recensioni che mi avevano fatto cambiare idea e dire "Mah, magari questo è carino". Mi hai ricondotto sulla retta vita. Passo. :P

daydream ha detto...

I libri di sto genere non fanno proprio per me XD però mi diverto a leggere le recensioni U.U
Diciamo che sono una di quelle lettrici che preferiscono libri con della sostanza... un minimo insomma XD mi piace leggere per evadere e ogni tanto qualcosa di leggero me lo concedo... però a questi livelli no LOL va beh la smetto di blaterare se no ti annoio XD il concetto sicuramente l'hai afferrato U.U
Probabilmente anche io ho i gusti del 3% delle americane XD

Silvia Leggiamo ha detto...

@Mr Ink
Sarei proprio curiosa di leggere il parere di un ragazzo, perchè non posso credere che un uomo ragioni come Drew!
Cmq resta sulla retta via ^^

@daydream
Ahahaha, sì ho capito!
Una storia d'amore per me se è raccontata bene può anche essere banale che di sostanza ne acquisisce in automatico, ma ci dev'essere della coerenza e soprattutto deve essere credibile! Qui non ci siamo ancora... non piacendoti il genere a priori fai bene a starne alla larga ^^

Anonimo ha detto...

Mah, mi spiace che le tue lettrici si facciano influenzare così tanto dal tuo parere, al punto di cassare una lettura; tra l'altro su Anobii e Goodreads si vede come gli stessi titoli dividano le opinioni. Personalmente considero quanto la scrittura dell'autore sia coinvolgente e scorrevole,
la trama comunque plausibile e attinente alla realtà. Il principe azzurro, strafico,super fisicato, ricchissimo e self made man a 27 anni, superdotato e sdolcinato sino alla nausea per fortuna non esiste, se
esistesse davvero ma che noia! Credo che chi recensisce dovrebbe farlo con un minimo di distacco: tra l'altro molti uomini hanno una percezione di se stessi, come anche le donne molto diversa dalla realtà. "Non cercami mai più" a mio parere è divertente, ironico e diverso dal solito: certo non sarà il libro dell'anno ma rispecchia fedelmente il pensiero maschile. Lavoro in una società in cui il personale è prettamente maschile e gli uomini ragionano proprio così. I protagonisti maschili a cui vengono attribuiti comportamenti super romantici non esistono e esistono sono dei gran cessi!!

Giada ha detto...

@anonimo, secondo me se le sue lettrici si fanno influenzare tanto dal suo parere è perchè di lei si fidano e hanno gusti simili ai suoi (altrimenti non sarebbero sue lettrici, o no?). Per quanto mi riguarda ho provato a leggere questo libro e l'ho subito abbandonato perchè non era nelle mie corde, se poi c'è chi l'ha apprezzato... be', buon per lui.
Se un libro venisse recensito con distacco allora apparterrebbe alla categoria dei libri "questo libro mi ha trasmesso così poco che non ho nemmeno la forza di parlarne male". Se poi volessimo leggere un'analisi critica e impersonale di uno scritto, allora tanto varrebbe non leggerla nemmeno una recensione. Perchè a mio avviso è molto più importante sapere che emozioni il libro è riuscito a trasmettere!

Silvia Leggiamo ha detto...

Ciao Anonimo (magari se ti firmi ti chiamo per nome) ho dato una veloce letta ai commenti lasciati qui sopra e a parte il fatto che alcune persone che hanno condiviso il mio pensiero il libro l'hanno anche letto, non è detto che chi si è fatto momentaneamente scoraggiare poi non si sia ricreduto. Un commento è il pensiero di un momento non una scelta di vita.
Magari ti sembrerà strano ma io non faccio del proselitismo, esprimo semplicemente un'opinione, d'altronde se non mi è piaciuto un romanzo devo dire il contrario? Sono stata anche oggettiva, ci ho dato 2,5 proprio perché "nonostante tutto è riuscito a strapparmi qualche sorriso" ma alla sufficienza a mio gusto non arriva.
Comunque indipendentemente da chi frequentiamo (gli uomini che conosco io non ragionerebbero così nemmeno in punto di morte) non cerco veridicità in un romanzo (altrimenti non leggerei romance) ma credibilità. Che ovviamente ognuno percepisce secondo il proprio gusto e questo libro non incontra semplicemente il mio. Tutto qui. E questa è solo la mia opinione, buttata sul ridere perché non mi piace fare l'acida e nemmeno l'intelletualoide da due soldi che stronca questo genere di libri per partito preso. Leggo e giudico.
Ah, io dalle recensioni che non sposano il mio pensiero trovo spesso interessanti spunti di riflessione e molte volte mi è utile anche seguire chi la vede diversamente da me. Magari se capiterai di nuovo qui e vedrai che ho dato 5 stelle a un libro saprai già che non fa per te, viceversa tutto quello che a me non piace tu potresti adorarlo.

Anonimo ha detto...

Avevo iniziato questo libro ben prima che Silvia ne parlasse e già avevo deciso che era roba buona per soffiarsi il naso...
Quando ho letto questa recensione ho trovato semplicemente conferma alla mia opinione, e spesso con Silvia è così, magari abbiamo gli stessi gusti! Devo dire che nel panorama vastissimo dei blogger di libri è una delle poche che non ha paura di dire come la pensa, quindi mi fido di lei, più che di altri.
Mi spaventa il fatto che tu dica che questo libro ha una trama realistica e un protagonista maschile credibile, perchè a me ricorda solo Claudiano, la parodia di Bisio sui tronisti!
Forse in certi ambienti gli uomini sono come quelli che conosci tu, ma per fortuna quelli con cui ho a che fare sono di gran lunga superiori e di certo non tutti cessi!

Anonimo ha detto...

Ops ho dimenticato il nome.

Marta

Francesca ha detto...

Scusate, io mi vergogno a dirlo, a me "Non cercarmi mai più" è piaciuto tanto, mi sono divertita a leggerlo. Sono parzialmente d'accordo con Anonimo, che forse è un uomo? Allo stesso tempo sono in parte d'accordo con Silvia, chi si fida dei suoi pareri è perché ha già avuto dei riscontri. Credo inoltre che se collabori in un blog è per passione e quindi non puoi avere un certo distacco.

Silvia Leggiamo ha detto...

@Francesca, ma non c'è niente di cui vergognarsi, anzi, ti invidio pure, quando ho iniziato Non lasciarmi Andare speravo d'innamorarmi un po' di Drew, non è successo... pazienza!
E poi è un romanzo che in generale è stato amato quindi non sei assolutamente una mosca bianca.
Per quanto mi riguarda se mi capita di "criticare" un libro non sto di certo giudicando chi l'ha apprezzato! E allo stesso tempo chi mi segue non credo prenda per oro colato le mie parole. Può seguire un consiglio, ma poi giudicherà il romanzo secondo il proprio gusto. ^_^

Anonimo ha detto...

Anonimo per quel che mi riguarda puoi anche non dispiacerti, se seguo questo blog non è solo per ritrovarmi nei gusti di Silvia (perchè è umano che capiti il contrario), ma perchè mi piace come si pone, come presenta i libri, e come ne parla (con educazione). Il libro l'ho letto nonostante la recensione negativa che non mi ha scoraggiata, anzi, facendomi ridere mi ha anche incuriosita, però alla fin fine il romanzo non mi è comunque piaciuto molto.
Ciao
Romina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...