15 febbraio 2014

Weekly Recap #97

Weekly Recap nasce dalla voglia di non parlare solo delle mie new entry libresche, ma anche di altre piccole curiosità settimanali. Libri che ho adocchiato, un estratto che mi ha particolarmente colpito, un film che ho visto, e così via. Un po' come fanno alcuni blog con la rubrica Clock Rewinders on a Book Binge [X - X]. Ma tutto senza regole. Un po' alla cavolo insomma.Sostituisce In My Mailbox.
 
Buongiorno popolo di lettori, rieccomi qua con il recap settimanale, dopo aver passato la mattinata a pulire casa e a far la spesa, finalmente un po' di relax! Devo anche decidere quale libro iniziare e credo che sarà una lotta dura, probabilmente fino a stasera non lo saprò ancora. Il momento della scelta è sempre irto di ostacoli xD

New Entry

 

Allora... io sono una grande sostenitrice delle collane Harlequin, e ringrazio infinitamente per questo libro (Eccitanti Alchimie), ma la verità è che credo di non essere pronta per i romanzi erotici. Quando sono arrivata alla scena di sesso a tre mi sono usciti gli occhi dalle orbite e sono rotolati tra le pagine... e sapete perché? Perché l'autrice giustifica la trasgressione in un modo banalissimo: la protagonista ama tutti e due gli uomini con cui si intrattiene in contemporanea! A questo punto non so se continuarlo e recensirlo o se interrompere qui il menage a trois. Ci penso 
Stagioni Diverse di Stephen King invece l'ho vinto a un contest della Pickwick, yheeee  per una volta la botta di culo ha scalciato anche la sottoscritta!

Letture e Visioni

  

Questa settimana ho letto un solo libro, ma mi ha un po' traumatizzata, quindi c'è voluto un attimo di tempo perchè mi riprendessi. Sto parlando de La Ragazza della Porta Accanto di Jack Ketchum una storia liberamente ispirata a un fatto di cronaca degli anni '60 che definire atroce è poco. A ruota ho visto il film tratto dal romanzo, The Girl Next Door una riproduzione molto fedele che come il libro è caratterizzato da una lentezza narrativa mirata a farti male poco alla volta. 
An American Crime (di Tommy O'Haver) invece è la ricostruzione della storia vera. Se Ketchum aveva affidato la narrazione all'unico protagonista che ancora sapeva distinguere i confini tra il bene e il male, questa volta ci sono solo carnefici e si "gioca" uno contro tutti. 
Non aggiungo altro, ma chi volesse sapere di cosa tratta il caso di Sylvia Likens, su wikipedia è ampiamente argomentato. 

l'Immagine del
tanto amore per Ellie e Carl (dal film Up!)

Anche per questa settimana è tutto,
e la vostra com'è andata?

5 commenti:

Mr Ink ha detto...

Anche a me la Harlequin ha fatto omaggio di una perla simile: lo leggero domai, proabibilmente. A me la Picwick non ancora ha mando niente: spicciateviii. Avevo chiesto Duma Key. An American Crime l'ho visto, come ti dicevo: quanto simile è il libro di Ketchum? Volevo prenderlo, ma se è troppo uguale al film non so... Io sto leggendo sempre Doctor Sleep, ma, nel frattempo, ho letto anche La bella e la bestia. In compenso, continuo a macinare film: Revolutionary Road (l'ho recuperato tardi, ma è una meraviglia), Nurse 3D (Sexy infermiera killer/bisex tutta nuda per un bagno di sangue: un trash consapevole e simpatico), Belle & Sebastien (avevo preparato i fazzoletti, ma niente: il cane e il bimbo, però, sono stupendi) e, in fine, una commedia francese, ma molto poco francese: Tutto sua madre. Intelligente, ma pure troppo: mi ha ricordato Almodovar e Allen e non mi è piaciuto, quindi, anche se il protagonista - che recita, dirige, scrive - è impressionante. :)

Silvia Leggiamo ha detto...

@Mr Ink
Be' già che vuoi leggerlo è qualcosa xD
Allora... La Ragazza della Porta Accanto (libro) è uguale al film The Girl Next Door, invece il film che hai visto tu è ispirato proprio al fatto di cronaca. Fondamentalmente comunque si somigliano molto, anche se nel romanzo la narrazione è affidata a un ragazzino e vedere il suo punto di vista è qualcosa di davvero angosciante.
Revolutionary Road lo adoro (voglio un oscar per Leo!!!) invece Belle e Sebastien m'ispira pochissimo, già non sopportavo il cartone animato, bellissimo il cane, da abbattere il bambino xD

daydream ha detto...

Oddio a essere onesta la trama del libro di Ketchum mi aveva ispirata un po', per quanto cruda e crudele... però ora che hai fatto presente che si basa su una storia vera mi sono venuti i brividi e un po' mi è passata la voglia (o forse il coraggio) di leggere il libro XD
Ora mi documento su wikipedia o.O

Anonimo ha detto...

Eh, no, i problemi e le difficoltà si affrontano mia cara, ormai sei grande...devi recensire "Eccitanti alchimie!"

ahahahah!

Marta

Silvia Leggiamo ha detto...

@daydream
Sì, sapere che è una storia vera cambia moltissimo l'approccio alla storia °__°

@Marta
Noooo, in quella risata percepisco una vena sadica!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...