26 aprile 2014

Recensione, TRAINING IN LOVE di Manuela Pigna

Devo ringraziare il post di Nina (questo) e il post di Manuela (questo) se ho iniziato Training in Love e se adesso ho una nuova autrice che fa parte del mondo del self da seguire!
Ragazze, siete le "scoperte libresche" che mi danno più soddisfazione!

Training in Love di Manuela Pigna

| autopubblicato | pag. 284 | € 2,68 |
Olivia è una ragazza dolce e simpatica, ha un unico problema: il sovrappeso.
Per quasi tutta la vita è stata una ragazza grassa, presa di mira a scuola e non solo a causa delle sue dimensioni; ha passato diversi anni a lottare strenuamente con la bilancia, gettando la spugna quando sembrava che ogni tentativo non andasse a buon fine, e rassegnandosi a vivere per sempre con tutti i suoi chili in più.
Finché una sera un incontro con un ragazzo speciale non le ridona un nuovo stimolo per risolvere il problema con l'alimentazione una volta per tutte e iniziare a vivere la sua vita a pieno, cominciando dal cambiare se stessa e finendo con il progetto di conquistare il ragazzo in questione.
Attorniata da amici premurosi, cerca una figura professionale che la aiuti nel suo intento, senza sapere che questo sconvolgerà per sempre i suoi piani.
E proprio quando tutto si realizzerà esattamente come si era augurata, si renderà conto che il fato è ironico e birichino, e a volte, quando i desideri si realizzano, non si è così felici come ci si aspetterebbe, soprattutto se nel frattempo quei desideri sono cambiati, sconvolti da un turbine alto e biondo, difficile da ignorare...
Voto:

Ma si può dimagrire leggendo un libro? Perché - giuro - dopo Training in Love mi sento più leggera, svolazzo di stanza in stanza meglio di Trilli e cavolo, ho quasi voglia di uscire a correre, peccato che non ci sia un personal trainer come Andrea a tenermi il passo, e nel caso ci fosse... non so quanto farebbe piacere a mio marito (dettaglio non del tutto trascurabile). Comunque mi sento bene, in pace con il mondo, e ho anche un fantastico sorriso ebete stampato sulla faccia.
Avevo iniziato Training in Love Giovedì mattina mentre ero in fila all'Agenzia delle Entrate e all'improvviso, in quel luogo pregno di aria viziata e gente con il muso lungo, ho sentito pervadermi da una piacevole brezza. Adoro quando i libri mi danno simili sensazioni. L'avrei finito nel pomeriggio se un attacco di allergia stagionale non mi avesse messa k.o., Venerdì stavo pure messa peggio, ma questa mattina (Sabato) sono passata dal letto al divano e non mi sono mossa finché non ho sfogliato l'ultima pagina e adesso sento che questa giornata sarà migliore: Manuela e la sua storia l'hanno resa migliore! Urka sono di buonumore e sento di poter sfidare anche i pollini primaverili!

La storia di Olly e dei suoi venti chili di troppo è un po' la storia di tutte le donne che si sono sentite almeno una volta nella vita a disagio con il proprio corpo, e non necessariamente per un problema di sovrappeso, ma per qualsiasi difetto fisico che è potuto essere oggetto di scherno.
Tra le righe troverete consigli, piccole e grandi e verità, e alcuni passaggi si riveleranno dei veri momenti di inconsapevole training autogeno, infatti alla fine del romanzo il mio "io" più silenzioso (quello che non è mai saggio e razionale) aveva addirittura voglia di fare due chiacchiere anche se le risposte alle sue domande non sono arrivate (ci sento poco ).
Tanto per fare un esempio qualcuno può spiegarmi perché se mio marito mi dice "amore, hai messo su qualche chilo" io - dopo essere entrata in modalità Ciclope e averlo incenerito con un battito di ciglia - sono già sulla bilancia con il telefono in mano a cercare su internet una dieta miracolosa, mentre se brutalmente gli faccio "tesoro, ma guarda come ti sei ridotto da quando ci siamo sposati!" lui si rimira allo specchio (forse ha pure un'erezione) e sorridendo (senza nemmeno guardarmi, perché il suo riflesso lo sta abbagliando) afferma "macché, sono sempre strafigo"!?
Perché l'autostima degli uomini batte quella delle donne 1000 a 1?
» continua a leggere sul sito

Acquista su Amazon


€ 2,68
Nota: I commenti rilasciati a questo post, saranno visibili anche nella pagina del sito dedicata alla recensione.

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Adesso, semplicemente, DEVO leggerlo!

Marta

Nina Pennacchi ha detto...


Sono contentissima che ti sia piaciuto! Io ne sono stata catturata... anzi, mi viene in mente la parola "cullata", perché ha il pregio di essere dolce senza essere sdolcinato e di essere profondo senza cadere nel patetico. Come dici tu, fa dimagrire immediatamente... ti senti più leggera dopo averlo letto :)

Anonimo ha detto...

Un libro che fa dimagrire?!?!?! Mio, mio, mioooooooooooo!!!
Sarah

Mr Ink ha detto...

Certo che non è il mio genere, ma la tua recensione fa un effetto simile a quello che descrivi: fresca, fresca :)
Povero marito T.T

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Silvia Leggiamo ha detto...

@Marta
E' semplice, ma allo stesso tempo la storia è originale. Ho letto altri libri dove la prot è in carne, ma ho sempre odiato che il lui della situazione si accorgesse di lei solo nel momento in cui diventava super gnocca. Ennoooo, così non va bene!
Invece Manuela ha sfatato un mito e anche se Andrea sembra troppo perfetto, è pur sempre descritto dagli occhi di una ragazza cotta a puntino!

@Nina
Sì, va assolutamente inserito in qualsiasi tipo di dieta e poi voglio anche il libro che legge Olly "la risposta non è nel frigo" peccato che sia fuori stampa :P

@Sarah
Sembra incredibile, vero? Invece funziona!

@Mr Ink
No, non è il tuo genere, ma qualche new adult l'hai letto, e questo ha un paio di marce in più!
P.S. trovo una personal trainer anche al marito, così è contento! ^^

Lara ha detto...

ma sai che non lo conoscevo? sono proprio alla ricerca di un libro del genere, ultimamente tropppi libri pesanti, o poco interessanti, ho proprio bisogno di uan bella storia leggera! una voglia matta di leggerla, anche perchè anch'io una volta ho avuta una cotta per l'istruttore della palestra :)

Silvia Leggiamo ha detto...

@Lara
E' una storia leggera ma non banale, te la consiglio proprio e sono praticamente certa che ti conquisterà!

Anonimo ha detto...

Fantastico! Mi sono presa una cotta per questo libro! Grazie Silvia del consiglio!
Romina

Alice ha detto...

Mi piacciono i libri in cui la protagonista non è la solita gnoccolona fotonica, con gambe lunghe un chilometro, pelle di pesca e capelli da pubblicità della Panten. E mi piacciono i libri divertenti ed ironici. Ergo... Questo libro è finito dritto dritto in wish list. Grazie della bella recensione!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Romina
Felicissima che ti sia piaciuto!

@Alice
Alice: corri a leggerlo! Sono sicurissima che lo adorerai, perché è ironico, ma anche toccante e intelligente e poi ci sono alcune scene... le stavo giusto "ripassando" con Marta, perché siamo in fase di rilettura xD

Miraphora ha detto...

Ok, aggiudicato. Al prossimo giro di acquisti lo metto nel carrello ^_^

Silvia Leggiamo ha detto...

@Miraphora
Ti tengo d'occhio, lo sai vero? :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...