12 giugno 2013

Cosa mi sono perso... # 9

Mi sono persa i libri di Leasley Pearse e adesso devo rimediare leggendoli tutti  ...ma procediamo con ordine e facciamo un passo indietro.
Tutto è successo diversi giorni fa (settimane forse, ho una concezione del passare del tempo tutta mia, infatti sono ancora convinta di avere 18 anni  ) in cui ho ricevuto la mail di una lettrice che probabilmente ha capito tutto di me. Ha capito che mi piacciono i romanzi d'amore storici, le storie difficili, i lieto fine sofferti, le rivisitazioni fedeli, i personaggi credibili e con spessore. E se una persona ha capito tutto questo, chi sono io per non ascoltare un suo consiglio di lettura? Proprio nessuno.
Quindi mi sono armata di carta e penna - perché nessun computer e tecnologia potrà mai separarmi dal mio taccuino in cui annoto libri da recuperare, estratti che mi hanno colpito, autori da seguire e via dicendo - e ho iniziato a segnarmi i titoli. Poi sono andata in giro per il web a leggere i vari pareri e mi son detta "Ma dov'ero io quando venivano pubblicati questi libri?   Che cavolo stavo facendo?" Probabilmente ero dove sono sempre: a casa, al lavoro, spaparanzata da qualche parte con un libro sulla faccia, a vivere storie incredibili e la vita di altri. Non lo so se come scusa vale qualcosa, ma i romanzi sono il mio unico alibi!


| Segreti | Mondadori 06/2007 | pag. 600 | € 10,50 |
Londra, anni Trenta. Adele Talbot ha solo dodici anni quando la sorellina muore in un incidente stradale e la madre Rose, sconvolta dalla tragedia, inizia a maltrattarla. Tolta alla famiglia, viene chiusa in un orfanotrofio: qui dovrà affrontare terribili esperienze prima di riuscire a scappare. Giunta nel Sussex, va in cerca della nonna Honour, una donna eccentrica e burbera, per nulla felice di doversi accollare la nipotina. Ma Adele la convince a tenerla con sé. Due anni più tardi la ragazza scopre l'amore negli occhi del bel Michael Bailey. Finalmente la sua vita sembra aver imboccato la strada della serenità e, mentre Michael entra nella RAF, lei inizia a lavorare come infermiera. Lo scoppio della guerra pone nuovi ostacoli. E come se non bastasse, si rifà viva Rose per svelare alla figlia pericolosi segreti di famiglia che potrebbero minare le basi della fragile felicità di Adele.

| La Ragazza Che Sono Stata | Mondadori, 10/2012 | pag. 489 | € 11,00 |
Londra, 1910. A quindici anni Belle ha trascorso tutta la vita in un bordello, senza comprendere, nella sua innocenza, cosa succedesse dietro le porte chiuse delle camere. Fino a quando si trova ad assistere all'omicidio di una delle ragazze e ad essere venduta dall'assassino nel giro della prostituzione parigina. Il fato la trascina a New Orleans, dove cresce diventando una raffinata cortigiana. Belle vorrebbe tornare in Inghilterra, ma fuggire dalla sua gabbia dorata si rivela più difficile del previsto. E lei può contare solo su se stessa per affrontare un lungo, pericoloso viaggio, sfuggendo ai desideri di uomini potenti che sembrano non poter fare a meno della sua bellezza e delle sue attenzioni. Riuscirà a ritrovare la sua famiglia e a costruirsi una vita veramente felice?

| Una Promessa d'Amore | Mondadori, 04/2013 | € 11,00 |
Londra, 1914. Belle Reilly è finalmente serena: vive accanto al devoto marito Jimmy ed è proprietaria del negozio di cappelli che sogna fin da bambina. Ma le nubi della Prima guerra mondiale si addensano sui cieli d'Europa, e sul suo destino: ancora una volta Belle sarà trascinata tra le tempeste della vita, mentre la sua esistenza dovrà mutare in modo inimmaginabile. Jimmy è sul fronte, a Ypres, e Belle diventa conducente di ambulanze volontaria in Francia. Oltremanica però il fato fa nuovamente incrociare la sua strada con quella di Etienne, enigmatico, affascinante, pericoloso. E mentre il passato sembra tornare per tormentarla, Belle si trova a lottare contro il canto di sirena di una passione proibita. Riuscirà a sopravvivere al più brutale dei conflitti mantenendo intatto il suo spirito? E soprattutto, potrà mai essere davvero felice?

| Senza Guardarsi Indietro | Mondadori, 02/2008 | pag. 778 | € 12,00 |
Londra, 1842. Matilda è una povera fioraia nell'affollato mercato di Covent Garden. Ma un giorno la sua esistenza prende una svolta inaspettata: salva la vita della piccola Tabitha, figlia del reverendo Milson, e i genitori riconoscenti le offrono la possibilità di trasferirsi insieme a loro in America. Dai fumosi sobborghi londinesi Matilda si trova catapultata dapprima nell'affollata New York, quindi nelle sterminate pianure del West, infine nella San Francisco della Corsa all'Oro. Tentando di costruire una vita migliore per sé e per Tabitha nel paese della libertà, Matilda conoscerà la passione e la sofferenza. Ma sarà l'incontro con il capitano James Russell a rivelarle l'amore vero. Un sentimento che resiste alla lontananza, alla guerra e ai pregiudizi. È un difficile cammino quello di Matilda, un percorso che le insegnerà come la vita vada affrontata comunque, anche nel dolore più cupo, tra le difficoltà più aspre. L'importante è non voltarsi mai indietro.

| Nelle Tue Mani | Mondadori, 06/2009 | pag. 460 | € 10,00 |
Fifi Brown ha deciso di ignorare gli avvertimenti di sua madre Giara e sposare il suo bellissimo Dan Reynolds, furfante senza fissa dimora. Gli sposi si trasferiscono a Londra, in un misero appartamento in Dale Street, e nonostante le condizioni di vita difficili, Fifi non rimpiange affatto la sua vita precedente, agiata ma noiosa. Londra è ben più eccitante! E i suoi nuovi vicini la incuriosiscono, soprattutto la famiglia Muckles, di cui sente sempre i litigi. Un giorno Fifi si trova davanti il più piccolo dei Muckles, selvaggiamente picchiato dal padre; se ne prende cura, senza sapere che con quel semplice gesto caritatevole innescherà una catena di eventi incontrollabile, che metterà in pericolo tutti gli abitanti di Dale Street...

| Ricordati di Me | Mondadori, 07/2011 | pag 442 | € 10,50 |
Plymouth, 1786. Una giovane giunta da poco in città, Mary Broad, viene condannata all'impiccagione per aver tentato di rubare un cappellino. All'ultimo momento la sentenza è commutata nella deportazione in Australia. Mary fu una delle prime galeotte a sbarcare in quel lontano continente da poco scoperto, e da qui ebbe inizio la sua avventura: l'incontro con l'amore, la fuga dalla colonia penale, la nuova cattura e il viaggio di ritorno verso l'Inghilterra, dove il destino aveva in serbo ancora molte sorprese per Mary... Una donna costretta dalla vita a scoprire in sé doti di resistenza, coraggio e determinazione che nessuno avrebbe potuto immaginare in quella giovane figlia di pescatori cresciuta in un paesino della Cornovaglia.

| Se Non Ti Avessi Lasciato Andare | Mondadori, 05/2010 | pag. 488 | € 10,50 |
Nel 1975 Laura Brannigan ha vissuto l'unica stagione felice della sua vita: fuggita da una famiglia violenta, stava costruendo una nuova esistenza insieme all'amica Jackie, quasi una sorella per lei, quando ha conosciuto Stuart, un uomo stupendo che le ha regalato una meravigliosa estate d'amore. Vent'anni dopo Laura si trova in prigione schiacciata dall'accusa di aver ucciso proprio Jackie. Ha lottato per dimostrare la propria innocenza, ma nessuno sembra crederle, e sta per arrendersi quando si vede recapitare una lettera di Stuart. Perché le scrive? Cos'è successo durante tutti questi anni? Laura ritrova la voglia di sperare e la forza di combattere. Ma Stuart crederà nella sua innocenza? Potrà aiutarla a liberarsi dalla prigione, e dal suo passato?
 


Un "cosa mi sono perso" più lungo del solito, ma era doveroso. Adesso sono alle prese con la mia piccola biblioteca di paese che dovrebbe recuperarmene diversi... speriamo!

E voi avete già letto qualcosa della Pearse?

12 commenti:

Gaia ha detto...

Io non ho mai letto niente di questa autrice ma le trame m'ispirano molto. Mi piacciono le storie realistiche e sofferte anche a me quindi direi che mi accodo al "cosa mi sono persa" e cercherò di rimediare!
Elena

Gaia ha detto...

Emh, Gaia è mia sorella, ma non c'entra niente, si vede che aveva usato blogger prima di me xD
Elena

Lady Debora ha detto...

Io di questa autrice ho l'ebook "Ricordati di me" (che non ho letto XD) e forse un altro però ora non ricordo, se lo ritrovo e lo vuoi posso passartelo ^_^

Ancella ha detto...

Meglio scoprirli tardi che mai ;-)
Io conosco (ma non ho ancora letto) "Senza guardarsi indietro" e la cover è incantevole...gli altri, invece, li segno tutti perché la loro esistenza mi era sfuggita ^-^

Silvia Leggiamo ha detto...

@Elena
Bene, mi fa piacere averti incuriosita, ma stavolta non è nemmeno mio il merito :P

@Lady Debora
Grazie Debora, troppo gentile, ma forse è tra i titoli che riesco a recuperare dalla biblioteca!

@Ancella
Sì sì, meglio tardi che mai, sono d'accordo! Anzi a volte mi capita proprio di pensare che chissà quanti libri bellissimi esistono... e io non lo so O___O e forse non lo saprò mai *panico*

Lara ha detto...

credo che questi libri mi siano passati più volte sotto gli occhi ma non li ho mai letti, fammi sapere poi cosa ne pensi!

Emy ha detto...

Non ho mai letto quest'autrice, ma tempo fa mi è passato sotto gli occhi "Ricordati di me" e mi è rimasta impressa la trama. Attenderò con curiosità la tua recensione :)

Miraphora ha detto...

Bene, brava Silvia, facci da cavia.
Io la tengo d'occhio da un po' ma non avevo voglia di impelagarmi con un'altra autrice. Aspetto un tuo commento e poi, al massimo, mi fiondo in biblioteca anche io :D (come ho fatto - per colpa tua - con la Donnelly *_*)

Sara Natale ha detto...

Ciao,complimenti per il tuo bel blog,l'ho appena scoperto ,nuova follower :-)..ti va di venire a trovarmi?
http://guadagnare-conisondaggi.blogspot.it/
Un abbraccio
Sara

Ilaria ha detto...

Anche a me piacciono "i romanzi d'amore storici, le storie difficili, i lieto fine sofferti, le rivisitazioni fedeli, i personaggi credibili e con spessore", quindi credo di dover seguire il tuo consiglio (e della ragazza che te li ha suggeriti!). E considerando che sono una fan de "Il cavaliere d'inverno", quale migliore suggeritrice se non tu? ^-^
Considerando che ho "Segreti" della Pearse da un bel pò ad aspettare... :)

Stefy ha detto...

Io ho scoperto questa autrice per caso in biblioteca ormai 4/5 anni fa leggendo Segreti e mi è piaciuto moltissimo (me lo ricordo ancora bene ^^) poi ho letto Senza guardarsi indietro e anche questo è davvero molto bello, scritto benissimo e molto sofferto (come Segreti d'altronde), pensavo di aver trovato la mia nuova miniera d'oro ma alla terza lettura mi sono bloccata e non ho letto altro... A mio parere Nelle tue mani non è assolutamente all'altezza e ho faticato a finirlo... Bruttino, sconclusionato e inconsistente. Spero di averti dato qualche dritta^^

Silvia Leggiamo ha detto...

@Lars @Emy @Ilaria
Spero di parlarne al più presto, sono un po' in pausa in questi giorni perchè sto imbiancando casa (ma non di bianco xD)ma da lunedì mi rimetto in carreggiata!

@Miraphora
Fare da cavia con la Donnelly è stato un onore e non mi stancherò mai di diffondere il "verbo". Spero mi capiti lo stesso ^^

@Stefy
Grazie mille per i consigli sempre graditissimi. Io per ora riesco a recuperare Ricordati di Me e La Ragazza che sono Stata. Ce n'era un terzo... forse proprio Segreti ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...