10 giugno 2013

Recensione, IL BALLO di Irène Némirovsky

Stamattina ho letto questo racconto breve di Irène Némirovsky e non posso fare a meno di consigliarlo agli amanti dei classici, o a chi si vuole avvicinare a un'autrice nei cui scritti traspare tutto il dramma che l'ha resa la donna che è stata.

I l  B a l l o

| Newton Compton | pag. 125 | € 0,99 |
Per i Kampf l’organizzazione del ricevimento, a cui sono invitati i maggiorenti della città, è un’occupazione serissima.Tutto deve funzionare alla perfezione, come il meccanismo di un prezioso orologio. Proprio per questo, il ballo, che dovrebbe segnare l’ingresso della famiglia nell'alta società parigina, è un sogno tanto per la madre, volgare e arcigna parvenue, quanto per la quattordicenne Antoinette, che però ne rimane esclusa. Con una scrittura precisa e senza fronzoli, Irène Némirovsky racconta la vendetta che Antoinette saprà prendersi.


Voto:
Sinceramente non so darci un voto,
perché di fondo non sono abituata 
recensire i racconti, ma lo consiglio. Può bastare?

R e c e n s i o n e

Forse Irène Némirovsky è nata nel posto sbagliato e nell'epoca sbagliata. Anche nella famiglia sbagliata direi. Non importa che lei scriva un romanzo o un racconto, non importa che siano 3 righe o 300 pagine, dalle sue parole emergono sempre gli stessi elementi: un totale disprezzo per la classe sociale borghese, una fredda indifferenza verso gli ebrei, e personaggi che spesso non sono vincitori, ma soprattutto vinti.
Fin qui niente di strano se non fosse che l'autrice è ricca di nascita e pertanto cresciuta negli agi e nel benessere con tanto di governante al seguito, una fortuna solo apparentemente che l'ha privata dell'affetto della madre totalmente disinteressata alla sua educazione; Irène inoltre è ebrea, forse una delle donne meno orgogliose di esserlo infatti negli anni '30 si convertirà al cattolicesimo, ma per ironia della sorte verrà deportata e uccisa ad Auschwitz.
Ne Il Ballo l'autrice urla tutta la sua profonda avversione per la figura della "madre", e punta il dito contro il vil denaro, l'unica vera rovina della mente e dello spirito.
» continua a leggere sul sito 


Con lo sconto 84 cent O_O


Nota: Vi ricordo che i commenti rilasciati a questo post, saranno visibili anche nella pagina del sito dedicata alla recensione

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi piace tantissimo leggere le tue recensioni indipendentemente dal genere di cui parli. Complimenti.
Viviana

Silvia Leggiamo ha detto...

Ma che carina, grazie Viviana **

Elena ha detto...

Non è il genere che leggo di solito ma un tuo consiglio basta e avanza, lo metto in list che i 99 cent hanno un fascino tutto loro ;)

Mr Ink ha detto...

L'ho comprato e l'ho iniziato a leggere, qualche tempo fa, mentre interrogava la mia prof di greco - sono sempre attento in classe, vero? Per quello che ho letto mi piaceva davvero molto e concordo: ben scritto, scorrevole, amaro, velenosissimo. Un pomeriggio di questi lo riprendo (:

Silvia Leggiamo ha detto...

@Elena
Sì in effetti 99 cent hanno un fascino indiscusso, ormai cosa compri a meno di un euro?

@Mik
Attentissimo xD complimenti! Io l'ho letto in 40 minuti, quindi lo finirai in frettissima, il finale poi è quello che merita. Insomma un racconto così breve, ma che lascia qualcosa, vale sicuramente il tempo speso.

Lara ha detto...

non ho letto niente di Irene ho comprato il "libro" attratta dalla storia perchè ho un debole per gli antieroi però lo tengo da parte per quando riuscirò ad andare in spiaggia date le dimensioni si presta volentieri ad un pomeriggio in riva al mare!!

Silvia Leggiamo ha detto...

@Lara
Verissimo, infatti è più lunga la prefazione del romanzo stesso xD

Lara ha detto...

notato, infatti porterò anche il Grande Gatsby e altri a o,99 che ho intenzione di comprare!!

Chiaretta ha detto...

Ciao! Ho acquistato questo romanzo al supermercato, l'ho trovato a 0,99€ e ora è nella mia wish-list. Amo i classici e son sicura che mi piacerà anche questo! Non conosco questa autrice né la sua storia, grazie per le informazioni!

Sery-amente ha detto...

Ho sempre voluto leggere la Némirovsky, ma mi spaventava.. Attratta dalla brevità di questo romanzo, l'ho divorato in un'oretta.. come suggerisci tu, questo libricino è quello adatto per un primo approccio! Un libro così breve e così intenso.. E' raro!!
Ora mi è venuta voglia di continuare a conoscere l'autrice.. :)

Silvia Leggiamo ha detto...

@Chiaretta
Ma prego ^^

@Sery-amente
Sono contenta che ti sia piaciuto! Lo stile dell'autrice è quello, incisivo ed essenziale anche negli altri suoi libri. Ti consiglio anche Jezabel una sorta di Ritratto di Dorian Gray al contrario, la storia di una donna che non accetta d'invecchiare.
P.S. Adoro il tuo nick xD

Sery-amente ha detto...

Caspiterina, mi ero persa la risposta!! :DD

Grazie del consiglio! Sarà il prossimo suo che leggerò allora! :D

E grazie per il nick! eh eh eh :D (Ero indecisa con Sery-ously, ma almeno rimango italica!! :D

La piccola Silfide ha detto...

Bella recensione, dettagliata e profonda!
Ne ho scritta una anche io, se vi va di leggerla! ^^
http://lapiccolasilfide.blogspot.it/2013/07/recensione-il-ballo-irene-nemirovsky.html

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...