5 dicembre 2017

Cosa regalare a Natale? #1


Non è assolutamente troppo presto per pensare a cosa regalare a Natale. Anzi. Siamo già in ritardo
Non vorrete fare come me che sono una procrastinatrice cronica e che puntualmente mi ritrovo il giorno della Vigilia appesa alla finestra come un prosciutto in fase di stagionatura a pregare tutti i santi del Paradiso, perché il sito Pinco Pallino assicurava la consegna prima del 25 e invece... fregata °___°
Ma quest'anno sarà bravissima, quindi non perdiamoci in inutili ciance e cominciamo. Ah, ovviamente io consiglio a voi, voi fate lo stesso con me ;)


Parto coi libri adatti ai più giovani (ma che possono stregare anche chi non ha più i denti da latte!), perché è su di loro che dobbiamo puntare! Convertire un adulto alla magia della lettura è difficilissimo, instradare un bambino in crescita è invece possibilissimo.

In Viaggio nel Tempo con il Criceto (recensione) di Ross Welford è perfetto. Io sono tornata bambina tra le sue pagine e non poteva succedermi niente di meglio visto che si parla di viaggi nel tempo.
Un titolo che non ha davvero età, un mix perfetto tra Ritorno al Futuro e la storia della vostra vita a dieci anni.
Al momento su Amazon è scontato del 39%, e 10 euro li vale tutti. Anche solo per la copertina super faiga.

Il Mistero del London Eye (qui la recensione) è un altro titolo che dovete prendere assolutamente in considerazione. A parte che Siobhan Dowd bisogna leggerla senza "se" e senza "ma", e poi tra tutti i suoi romanzi questo è quello che trovo più adatto per un target giovanissimo.
C'è un giallo da risolvere, il pov di un protagonista ironico e decisamente speciale e un ritmo tale che, noia, ma chi ti conosce?

Un romanzo che regalo spesso è La Straordinaria Invenzione di Hugo Cabret di Brian Selznick, lo trovo bello e stimolante in tutti i sensi. Si legge, si guarda e ti racconta anche un pezzo importante della Settima Arte.
Come saprete Hugo Cabret (qui la recensione) conta quasi 600 pagine, ma si legge in un pomeriggio, perché alle parole si sostituiscono, per pagine e pagine, le immagini. Un espediente narrativo innovativo che ho scoperto essere stato riproposto da Pam Spy con Thornhill. Questo romanzo racconta due storie parallele che viaggiano su due linee temporali diverse e riporta in vita le atmosfere del grande classico Il Giardino Segreto, forse con un po' più di mistero e qualche elemento gotico. Segnatevelo.


   

Se non ve la sentite di regalare un romanzo vero e proprio buttatevi sui manuali. Quelli per bambini/ragazzi sono pazzeschi!
Io amo alla follia Il pericoloso libro delle cose da veri uomini, è stato regalato a mio figlio quando andava alle elementari e io lo propongo sempre ai figli dei miei amici come fosse il Santo Graal. Tanto se non piace a loro, piacerà ai genitori, assicurato. C'è anche Il Manuale delle 50 Missioni Segrete, Baccalario è sempre cosa buona e giusta, mentre, per un target tutto femminile con L'Avventuroso Libro per Ragazze Coraggiose farete un figurone.

   

Per chi ama leggende e miti greci Storie di Bambini Molto Antichi è stupendo, soprattutto grazie ai disegni di Rita Petruccioli che io staccherei a uno a uno e ci tappezzerei le pareti di casa. Dedicato ai più curiosi Che Idea! una raccolta di invenzioni e del bizzarro modo in cui sono nate.


   


Seguitemi anche su facebook
dove dispenserò consigli come se non ci fosse un domani!

3 commenti:

Silvia Collotta ha detto...

Bellissimo quello della Dowd, idem per Selznick... ottime idee per i regali! Io che ragazza non sono più amore ancora leggere questo genere :-)

Silvia Leggiamo ha detto...

ehehehe, sono pure io una ex ragazza ;)

Emy ha detto...

Il Mistero del London Eye l'ho letto durante l'estate e mi è piaciuto. La parte centrale l'ho trovata un po' lenta (quando le indagini raggiungono una fase di stallo), ma poi il ritmo ha ripreso una velocità tale che gli ultimi capitoli li ho letti senza quasi respirare ^_^
La Straordinaria Invenzione di Hugo Cabret costituisce davvero una splendida e suggestiva esperienza di lettura. Questo è uno dei rari casi in cui sono pienamente soddisfatta della trasposizione cinematografica (che tra l'altro ho visto prima di leggere il libro). Mi segno subito Thornhill.
In Viaggio nel Tempo con il Criceto ce l'ho e...*grave pausa di sospensione*...non l'ho ancora letto! Lo so lo so, devo rimediare quanto prima.
I manuali per bambini/ragazzi sono molto accattivanti. Voglio, anzi, bramo Storie di Bambini Molto Antichi (*Per chi ama leggende e miti greci* #IoIoIo!!!).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...